Quartetto d'archi

Un quartetto d'archi è un pezzo di musica per quattro strumenti a corda. Un quartetto d'archi può anche significare le quattro persone che suonano un pezzo per quattro strumenti ad arco. I quattro strumenti di un quartetto d'archi sono quasi sempre 2 violini, 1 viola e 1 violoncello. Il motivo per cui un contrabbasso non viene utilizzato è che suonerebbe troppo forte e pesante. L'equilibrio tra 2 violini, viola e violoncello è considerato ideale. I quartetti d'archi sono la forma più popolare di musica da camera. Molti compositori hanno scritto quartetti d'archi.

La scrittura in quartetto d'archi è iniziata nel XVIII secolo. Compositori italiani come Sammartini (1698-1775) scrissero musica per due violini, viola e continuo. Il continuo era solo un clavicembalo o un clavicembalo con violoncello. Gradualmente i compositori cominciarono a lasciare fuori il clavicembalo. Il violoncello spesso suonava lo stesso violoncello della viola, ma un'ottava più basso.

I compositori del periodo della musicaclassica iniziarono a scrivere parti di violoncello che avevano una loro identità. Joseph Haydn (1732-1809) scrisse molti quartetti d'archi, rendendola una forma molto popolare. I suoi quartetti dell'op.33 erano, diceva, "scritti in un modo nuovo e speciale". Tutte e quattro le parti erano molto chiare e individuali. C'erano sempre quattro movimenti: un movimento veloce, uno lento, un Minuetto e un Trio e un Finale veloce. Haydn spesso suonava in quartetto con Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e altri due musicisti. Mozart scrisse anche molti quartetti d'archi e ne dedicò alcuni ad Haydn. Tre di quelli successivi di Mozart furono scritti per il re di Prussia che suonava bene il violoncello, così Mozart diede al violoncello molta musica difficile da suonare.

Quando Ludwig van Beethoven (1770-1827) stava crescendo, i quartetti d'archi consideravano importante ciascuno dei quattro strumenti. Beethoven scrisse 16 quartetti d'archi. Quelli medi divennero particolarmente famosi e più tardi i compositori ne presero spunto, per esempio le introduzioni lente, e l'idea di avere uno scherzo veloce al posto di un minuetto e di un trio per uno dei movimenti medi. Gli ultimi quartetti di Beethoven sono molto belli, ma anche molto complicati e a volte piuttosto aggressivi. Beethoven stava diventando molto frustrato perché era sordo e non riusciva a sentire la sua musica, ma riusciva a immaginare tutto nella sua testa. Franz Schubert (1797-1827) li ammirava e scrisse lui stesso diversi quartetti d'archi.

Nel periodo romantico molti compositori hanno scritto quartetti d'archi: Felix Mendelssohn (1809-1847), Robert Schumann (1810-1856), Johannes Brahms (1833-1897), Pyotr Tchaikovsky (1840-1893), Antonín Dvořák (1841-1904) e molti altri. Alcuni di loro, come Dvořák, hanno incluso nei loro quartetti canzoni popolari del loro paese.

Nel XX secolo i compositori hanno continuato a scrivere quartetti d'archi. Claude Debussy (1862-1918) e Maurice Ravel (1875-1934) ne hanno scritto uno ciascuno. Arnold Schoenberg aggiunse persino una voce al suo primo Quartetto d'archi. Béla Bartók (1881-1945) scrisse sei quartetti d'archi molto difficili da suonare. Hanno ritmi molto emozionanti che spesso provengono dalla sua musica popolare ungherese e da complesse armonie. Dmitri Shostakovich (1906-1975) ne scrisse quindici e Benjamin Britten (1913-1976) ne scrisse tre.

Gruppi di quartetto d'archi

Suonare in un quartetto d'archi è molto piacevole. Ci sono molte grandi opere di famosi compositori, così come alcune musiche che sono state scritte per giovani musicisti che stanno imparando.

Ci sono giocatori professionisti che formano quartetti d'archi e che suonano insieme per molti anni. All'inizio del XX secolo il Quartetto Rosé era considerato da molti il migliore d'Europa. Più tardi il Quartetto Amadeus divenne molto famoso.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3