Quoziente di intelligenza

Un quoziente di intelligenza (acronimo: IQ) è un numero. Questo numero è il punteggio (risultato) di un test standard per misurare l'intelligenza. Esistono diversi test per misurare l'intelligenza di una persona. Misurare l'intelligenza in qualsiasi modo è un'idea sviluppata dallo scienziato britannico Francis Galton nel libro Hereditary genius pubblicato alla fine del XIX secolo.

Il QI è una misura comparativa: indica quanto è superiore o inferiore alla media di una persona. L'idea del test è stata sviluppata all'inizio del XX secolo. I test cercano di evitare le conoscenze specifiche e cercano di porre domande alle quali, in linea di principio, chiunque potrebbe essere in grado di rispondere.

Un test moderno del QI è la Wechsler Adult Intelligence Scale. Dice dove il punteggio del soggetto è sulla campana gaussiana. La curva della campana utilizzata ha un valore centrale di 100 e una deviazione standard di 15; altri test possono avere deviazioni standard diverse.

I punteggi del QI possono dire alcune cose su una persona, così come l'intelligenza. Questo perché l'intelligenza è legata ad altri aspetti della vita. "Tutti i test cognitivi completati nel 1983 prevedevano l'insorgenza della demenza e del morbo di Alzheimer fino a 11 anni dopo". Possono prevedere lo stato sociale dei genitori e il loro quoziente intellettivo.

C'è ancora disaccordo sulla misura in cui il QI è ereditato. Le persone sono ancora in disaccordo su quanto del QI di una persona provenga dai suoi genitori e quanto dipenda dal suo ambiente (com'è la sua casa).

I punteggi del QI sono utilizzati in vari modi:

  1. per prevedere i risultati scolastici di una persona o le sue esigenze particolari.
  2. per dire che tipo di lavoro una persona potrebbe fare.
  3. per studiare come sono i punteggi del QI di una popolazione.
  4. per studiare quali altre cose di una persona sono legate al suo QI.

I punteggi medi del QI di molte popolazioni sono aumentati di circa tre punti per decennio dall'inizio del XX secolo. La maggior parte dell'aumento è nella metà inferiore del QI. Questo si chiama effetto Flynn. Le persone che lo studiano non sono d'accordo sul fatto che questi cambiamenti nei punteggi si verifichino realmente, o che significhino che ci sono stati errori nel modo in cui le persone sono state testate in passato.

Ci sono associazioni di persone che hanno ottenuto un punteggio alto nei test del QI, come Mensa International.

Il QI di una popolazione si adatta a una distribuzione normale.
Il QI di una popolazione si adatta a una distribuzione normale.

Fattore generale (g)

Ci sono molti tipi diversi di test di intelligenza che utilizzano molti metodi. Alcuni tipi di test sono

  • visivo (usano solo immagini)
  • verbale (usano solo parole)
  • ragionamento astratto (pensare agli enigmi)
  • aritmetica (matematica semplice)
  • immagini spaziali (pensare alle forme)
  • leggi
  • vocabolario (quante parole si conoscono)
  • memoria
  • conoscenza generale

I diversi test sono fortemente correlati tra loro. Lo psicologo Charles Spearman nel 1904 ha studiato per la prima volta come i punteggi dei diversi tipi di test di intelligenza sono in relazione tra loro. Fece un'analisi fattoriale delle correlazioni tra i test e trovò un unico fattore comune che spiegava le correlazioni positive tra i test.

Spearman ha scoperto che se una persona avesse ottenuto un punteggio alto (o basso) in un tipo di test, probabilmente (ma non sempre) avrebbe ottenuto un punteggio simile negli altri tipi di test. Per questo motivo, ha detto che l'intelligenza di una persona può essere descritta con un solo numero. Ha chiamato questo numero g (per il fattore generale). I test che usano il ragionamento astratto sono di solito i migliori per dire quali saranno probabilmente i punteggi degli altri tipi di test. Per questo motivo, Spearman pensava che la capacità di ragionamento astratto di una persona (quanto è bravo a risolvere enigmi o problemi) fosse ciò su cui si basano gli altri tipi di intelligenza.

Pertanto, il numero g è ciò che un test del QI dovrebbe misurare. Una delle misure di g più comunemente usate è la Matrici Progressive Raven, che è un test di ragionamento visivo.

Gli anni della guerra negli Stati Uniti

Durante la prima guerra mondiale, i militari avevano bisogno di un modo per testare le reclute e decidere quale tipo di lavoro potessero fare meglio. Usavano i test del QI.

I test hanno generato polemiche e molto dibattito pubblico. Sono stati sviluppati test non verbali o di "performance" per chi non parla inglese o è sospettato di malingering. Dopo la guerra, la pubblicità positiva sui test psicologici dell'esercito ha contribuito a rendere la psicologia un campo rispettato. In seguito, ci fu un aumento dei posti di lavoro e dei finanziamenti in psicologia negli Stati Uniti. I test di intelligenza di gruppo sono stati sviluppati e sono diventati ampiamente utilizzati nelle scuole e nell'industria.

Critiche dei test del QI

Ci sono una serie di problemi con i quozienti di intelligenza. Si riferiscono a diversi campi della materia. I problemi possono essere raggruppati:

  • Non c'è un accordo generale su cosa sia realmente l'intelligenza. Quindi, è problematico affermare che il quoziente di intelligenza è una misura dell'intelligenza. Tuttavia, gli psicologi non sostengono che i test misurino direttamente l'intelligenza. Essi sostengono che i test sono un indice di intelligenza, poiché i punteggi più alti di solito possono fare compiti più difficili.
  • Alcuni pensano che sia problematico che diversi aspetti dell'intelligenza possano essere combinati in un'unica "misura".
  • I primi test sono stati fatti sui bambini a scuola, per determinare quali bambini avrebbero probabilmente bisogno di maggiore attenzione. Alcuni pensano che questo sia diverso dalla misurazione dell'"intelligenza". Un bambino che ha bisogno di più aiuto a scuola potrebbe non essere meno intelligente; potrebbe semplicemente provenire da un background diverso.
  • Alcuni test favoriscono quelli testati da un certo background culturale. Le persone di un'altra cultura saranno testate meno bene, ma senza una definizione, non c'è modo di determinare se ciò significa che sono meno intelligenti.

Il test non misura l'intelligenza

Alfred Binet, uno psicologo francese (che progettò uno dei primi test nel 1905) aveva questa opinione. Usò il test per vedere quali alunni avrebbero avuto bisogno di un aiuto speciale per il programma scolastico. Riteneva che le scale del test non fossero in grado di misurare l'intelligenza:

La scala, correttamente parlando, non permette di misurare l'intelligenza, perché le qualità intellettuali non sono sovrapponibili, e quindi non possono essere misurate come si misurano le superfici lineari.

-Binet, 1905

Egli ha sostenuto che con buoni programmi educativi, la maggior parte degli studenti potrebbe recuperare il ritardo e ottenere buoni risultati a scuola. Questo era indipendente dal background dell'allievo. Non credeva che l'intelligenza fosse un'entità fissa misurabile.

Alcuni contestano completamente la psicometria. Il paleontologo Stephen Jay Gould ha sostenuto che i test di intelligenza si basavano su supposizioni errate e mostravano la loro storia di essere usati come base per il razzismo scientifico. A suo parere, il fattore di intelligenza generale g (che questi test misurano), è semplicemente un artefatto matematico.

...l'astrazione dell'intelligenza come entità singola, la sua posizione all'interno del cervello, la sua quantificazione come un numero per ogni individuo, e l'uso di questi numeri per classificare le persone in una singola serie di valori, sempre per scoprire che i gruppi oppressi e svantaggiati - razze, classi o sessi - sono innatamente inferiori e meritano il loro status.(pp. 24-25)

Tuttavia, come spiegato sopra, i test del QI hanno avuto un grande successo nella valutazione delle reclute durante la guerra. Pertanto, deve essere vero che stanno misurando una capacità mentale rilevante. Pertanto, il QI non è una semplice finzione matematica: si riferisce alla capacità degli individui di svolgere determinate funzioni. Anche se gli esperti non sono d'accordo su una definizione di intelligenza, ciò non smentisce l'utilità (o meno) dei test. Nella vita di tutti i giorni le persone notano l'intelligenza relativa degli altri. La questione è centrale per la natura umana e la psicologia evolutiva, perché l'uomo ha sviluppato le caratteristiche che lo hanno aiutato a sopravvivere e a riprodursi.

I test sono di parte

Il rapporto dell'American Psychological Association Intelligence: knowns and unknowns afferma che i test del QI come predittori del successo sociale non sono di parte contro le persone di origine africana. Essi prevedono il rendimento futuro, come i risultati scolastici, in modo simile al modo in cui prevedono il rendimento futuro per la discendenza europea.

Tuttavia, i test del QI possono essere di parte se utilizzati in altre situazioni. Uno studio del 2005 ha dichiarato che "la validità differenziale nella previsione suggerisce che il test WAIS-R può contenere influenze culturali che riducono la validità del WAIS-R come misura delle capacità cognitive degli studenti messicani americani", indicando una correlazione positiva più debole rispetto agli studenti bianchi campionati. Altri studi recenti hanno messo in dubbio la correttezza culturale dei test del QI quando vengono utilizzati in Sudafrica. I test di intelligenza standard, come il test di Stanford-Binet, sono spesso inappropriati per i bambini con autismo e dislessia; l'alternativa di utilizzare misure di capacità di sviluppo o di adattamento sono misure relativamente scarse di intelligenza nei bambini autistici, e hanno portato ad affermazioni errate che la maggior parte dei bambini con autismo sono mentalmente ritardati.

La pretesa scarsa intelligenza è stata storicamente utilizzata per giustificare il sistema feudale e la disparità di trattamento delle donne. Al contrario, altri sostengono che il rifiuto delle "élite ad alto QI" di prendere sul serio il QI come causa di disuguaglianza è di per sé immorale.

Associazione Psicologica Americana

Il Consiglio degli Affari Scientifici dell'Associazione Psicologica Americana ha istituito una task force nel 1995 per scrivere una dichiarazione di consenso sullo stato della ricerca di intelligence, che potrebbe essere usata da tutte le parti come base di discussione. Il testo completo del rapporto è disponibile su diversi siti web.

In questo documento i rappresentanti dell'associazione si rammaricano del fatto che i lavori relativi al QI siano spesso scritti in vista delle loro conseguenze politiche: "I risultati della ricerca sono stati spesso valutati non tanto per i loro meriti o per la loro posizione scientifica, quanto per le loro presunte implicazioni politiche".

La task force ha concluso che i punteggi del QI hanno un'elevata validità predittiva per le differenze individuali nei risultati scolastici. Essi confermano la validità predittiva del QI per lo status professionale degli adulti, anche quando variabili come l'istruzione e il background familiare sono state controllate statisticamente. Hanno scoperto che le differenze individuali di intelligenza sono sostanzialmente influenzate dalla genetica. Sia i geni che l'ambiente, in complesse interazioni, sono essenziali per lo sviluppo delle competenze intellettuali.

Essi affermano che ci sono poche prove per dimostrare che la dieta infantile influenza l'intelligenza, tranne nei casi di grave malnutrizione. La task force concorda sul fatto che esistono grandi differenze tra il quoziente intellettivo medio dei bianchi e dei neri, e che queste differenze non possono essere attribuite a pregiudizi nella costruzione dei test. La task force suggerisce che sono possibili spiegazioni basate sullo status sociale e sulle differenze culturali, e che i fattori ambientali hanno aumentato i punteggi medi dei test in molte popolazioni.

La rivista dell'APA che ha pubblicato la dichiarazione, American Psychologist, ha poi pubblicato le risposte nel gennaio 1997. Molti di questi hanno sostenuto che il rapporto non ha esaminato adeguatamente le prove per le spiegazioni parzialmente genetiche.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3