Libia

La Libia (arabo: ليبيا Lībyā, berbero: ⵍⵉⴱⵢⴰ Libia), ufficialmente lo Stato della Libia, è un paese del Nord Africa. Confina con il Mar Mediterraneo a nord, l'Egitto a est, il Sudan a sud-est, il Ciad e il Niger a sud, l'Algeria e la Tunisia a ovest. Copre un'area di quasi 1,8 milioni di chilometri quadrati (700.000 sq mi). È il 17° paese più grande del mondo.

Geografia

I confini della Libia toccano i paesi di Egitto, Sudan, Ciad, Algeria, Niger e Tunisia. A nord c'è il Mar Mediterraneo. La capitale della Libia è Tripoli, che è un porto sul mare. Tripoli ha circa un milione di abitanti. La Libia copre un'area di circa 1.760.000 km2 (679.540 sq mi).

Il punto più alto della Libia è Bikku Bitti 2.267 m sul livello del mare e il punto più basso è Sabkhat Ghuzayyil -47 m sotto il livello del mare. La maggior parte del paese è piatta, con grandi pianure. A causa della sua aridità, solo l'1,03% della terra è adatta all'agricoltura.

La zona intorno a Tripoli è chiamata Tripolitania, ed era la più sviluppata durante l'occupazione ottomana.

La Cirenaica è una zona della costa nord-orientale. È divisa dalla Tripolitania dal Golfo della Sirte. Fu chiamata così dai greci che costruirono la città di Cirene nel 630 a.C. Comprende le città di Tobruk e Bengasi.

Il Fezzan è una zona di deserto nel sud-ovest della Libia che gli italiani hanno reso parte di Tripoli nel 1912. Dopo la guerra questa zona fu governata dalla Francia, che voleva annetterla al suo impero.

Il popolo

La popolazione della Libia nel 2011 era di circa 6.597.960 abitanti. Questo non è un gran numero per un paese che ha una superficie così grande, quindi la densità di popolazione della Libia è bassa. Questo perché gran parte della Libia è nel deserto del Sahara. La maggior parte della gente in Libia vive nelle città sulla costa. Gli abitanti della Libia sono chiamati libici.

I libici sono per lo più arabi, anche se molti sono berberi, un gruppo che comprende i nomadi Tuareg del Nord Africa. Circa il 95% dei libici sono di origine arabo-berbera. Quasi tutti i libici sono musulmani sunniti.

Distretti

Dal 2007 la Libia è stata divisa in 22 distretti.

Arabo

Traslitterazione

Pop (2006)

Area di terra (km2)

Numero
(sulla mappa)

The current twenty-two shabiyat system in Libya (since 2007)

البطنان

Butnan

159,536

83,860

1

درنة

Derna

163,351

19,630

2

الجبل الاخضر

Jabal al Akhdar

206,180

7,800

3

المرج

Marj

185,848

10,000

4

بنغازي

Bengasi

670,797

43,535

5

الواحات

Al Wahat

177,047

6

الكفرة

Kufra

50,104

483,510

7

سرت

Sirte

141,378

77,660

8

مرزق

Murzuq

78,621

349,790

22

سبها

Sabha

134,162

15,330

19

وادي الحياة

Wadi al Hayaa

76,858

31,890

20

مصراتة

Misrata

550,938

9

المرقب

Murqub

432,202

10

طرابلس

Tripoli

1,065,405

11

الجفارة

Jafara

453,198

1,940

12

الزاوية

Zawiya

290,993

2,890

13

النقاط الخمس

Nuqat al Khams

287,662

5,250

14

الجبل الغربي

Jabal al Gharbi

304,159

15

نالوت

Nalut

93,224

16

غات

Ghat

23,518

72,700

21

الجفرة

Jufra

52,342

117,410

17

وادي الشاطئ

Wadi al Shatii

78,532

97,160

18

Città

  • Tripoli
  • Bengasi
  • Al Bayda
  • Misratah
  • Tobruk
Una mappa della Libia
Una mappa della Libia

Edifici in stile italiano a Tripoli
Edifici in stile italiano a Tripoli

Economia

Il petrolio è stato scoperto in Libia nel 1958 e rappresenta circa il 95% del reddito da esportazione del paese. Il petrolio rappresenta circa il 25% del PIL della Libia. Altre esportazioni includono gas naturale, sale, calcare e gesso. Poiché gran parte del paese è deserto, la Libia deve importare circa il 75% del suo cibo. Coltiva grano, orzo, olive, datteri, agrumi, arachidi, soia e molte verdure. Nel 1984, un oleodotto di 3.862 km (2.400 miglia) è stato iniziato per portare l'acqua sotterranea dal Sahara alle zone costiere per l'irrigazione. L'oleodotto, che richiederà 25 anni per essere completato, ha un costo stimato di circa 25 miliardi di dollari. È chiamato il Grande Fiume artificiale, ed è il più grande progetto di sviluppo idrico del mondo.

La moneta della Libia si chiama dinaro libico. Fu creato per prendere il posto della vecchia moneta, la sterlina libica, nel 1971. Ci sono 1000 dirham in un dinaro. Dinar è il nome del denaro in molti paesi islamici. Il nome deriva da una vecchia moneta romana, il denario.

Politica e Storia

La Libia è composta da tre regioni, Tripolitania, Cirenaica e Fezzan. La Tripolitania è l'area sulla costa nord-ovest, un tempo chiamata Regno di Tripoli. Era governata dai turchi dell'impero ottomano. Gli Stati Uniti entrarono in guerra con il Regno di Tripoli nel 1805 per i problemi di pirateria nel Mediterraneo. Gli Stati Uniti si erano rifiutati di pagare una maggiore "protezione" ai governanti turchi.

La Tripolitania e la Cirenaica furono catturate dagli italiani durante la guerra italo-turca del 1911-1912. Il motivo della guerra era la creazione di una colonia per l'Italia. Dicevano che quest'area era una volta parte dell'Impero Romano e apparteneva all'Italia. Gli italiani furono il primo paese ad usare gli aerei per sganciare le bombe quando attaccarono Tripoli nel 1911.

Molte migliaia di coloni italiani si trasferirono in Libia per creare imprese e fattorie, che avrebbero fornito cibo e prodotti per l'Italia e il suo Impero I libici ebbero parte delle loro terre in Cirenaica prese da loro con la forza e circa 70.000 persone morirono durante le battaglie, morirono di fame o furono decimate dalla terribile epidemia (chiamata "influenza spagnola") del 1918. Molte migliaia fuggirono in Egitto, ma presto tornarono indietro quando il nuovo governatore italiano Italo Balbo iniziò un atteggiamento amichevole verso gli arabi.

La Libia italiana godette alla fine degli anni '30 di un enorme sviluppo, con la creazione di nuove ferrovie, porti, ospedali, aeroporti, strade. In quegli anni l'economia agricola ebbe un boom, grazie alla creazione di molte decine di nuovi villaggi per agricoltori italiani e arabi. Ci fu persino una gara internazionale di auto da corsa fuori da Tripoli (Gran Premio di Tripoli).

Gran parte della Campagna del Nord Africa della Seconda Guerra Mondiale fu combattuta in Libia, compresa la battaglia di Tobruk. I britannici catturarono la Tripolitania nel 1942 e la governarono fino al 1951.

Regno Unito di Libia

Dopo la seconda guerra mondiale, le regioni della Libia furono governate da governatori militari della Gran Bretagna e della Francia. Le Nazioni Unite fecero della Libia un paese indipendente, il Regno Unito di Libia, nel 1951. Questo doveva essere una monarchia costituzionale, governata dal re Idris I e dai suoi successori. Idris (Muhammad Idris bin Muhammad al-Mahdi as-Senussi) (13 marzo 1890-25 maggio 1983) era stato l'emiro della Cirenaica, ma andò in esilio in Egitto nel 1922. Alla fine della guerra, tornò come emiro, con il sostegno della Gran Bretagna. Gli fu chiesto di essere anche emiro di Tripolitania. Riuscì ad unire le tre regioni e divenne il re del Regno Unito di Libia il 24 dicembre 1951.

I problemi della Libia erano enormi. Il paese era povero, con pochi beni da esportare. Solo 250.000 persone sapevano leggere. C'erano solo 16 laureati libici, nessun medico, ingegnere, farmacista o geometra libico. Le Nazioni Unite hanno stimato che il 10% della popolazione era cieca a causa di malattie degli occhi, specialmente il tracoma. Idris era un leader religioso non si interessava molto agli affari di governo. Il suo governo era visto come corrotto, e non fece nulla per un crescente aumento del nazionalismo arabo che aveva portato Nasser al potere in Egitto nel 1952. Una volta scoperto il petrolio, la Libia divenne uno dei più grandi paesi produttori di petrolio nel mondo. Molti libici sentivano che la Cirenaica stava ricevendo più soldi del petrolio che il resto del paese. Molti dei soldi del petrolio andavano anche alle compagnie d'oltremare.

Repubblica Araba Libica

La mattina presto del 1° settembre 1969, un gruppo di ufficiali militari prese il controllo del governo con un colpo di stato. Il colonnello MuammarGheddafi fu nominato capo di stato maggiore dell'esercito. Dal 1970-1972 servì come primo ministro. Ha iniziato un sistema politico chiamato "La Terza Teoria Universale". Questo è un mix di socialismo e Islam, basato sul governo tribale. Doveva essere messo in atto dal popolo libico stesso in una forma unica di "democrazia diretta". Gheddafi ha chiamato questo "jamahiriya".

Alcune delle sue prime azioni furono di riprendere il controllo del petrolio e di rimandare i restanti coloni italiani in Italia. Ha anche chiuso la base americana USAF.

Grande Jamahiriya Araba Libica Popolare Socialista

Nel 1977 la Libia divenne "Al-Jamahiriya al-`Arabiyah al-Libiyah ash-Sha`biyah al-Ishtirakiyah al-Uzma". In inglese, il nome significa "Grande Jamahiriya Araba Libica Popolare Socialista".

La Libia è stata accusata di aver sponsorizzato gruppi anti-occidentali. Gheddafi sostenne apertamente movimenti indipendentisti come l'African National Congress di Nelson Mandela, la Palestinian Liberation Organization, l'Irish Republican Army, il Fronte Polisario (Sahara occidentale) e altri. A causa di questo le relazioni estere della Libia con diverse nazioni occidentali furono influenzate negativamente, e questo sarebbe diventato un motivo per gli Stati Uniti di bombardare la Libia nel 1986. Gheddafi sopravvisse al bombardamento, l'azione degli Stati Uniti fu condannata da molti paesi e dall'assemblea generale delle Nazioni Unite.

La Libia aveva anche fornito armi e denaro all'Irish Republican Army durante la sua lotta con il governo britannico in Irlanda del Nord. Gheddafi ha sviluppato un buon rapporto con il gruppo rivoluzionario colombiano di guerriglia marxista-leninista chiamato FARC. Le attività includevano anche il contributo libico alla guerra delle Falkland, dove Gheddafi aveva fornito 20 lanciatori, 60 missili SA-7, mitragliatrici, mortai e mine al governo argentino. Si presume che la Libia abbia avuto un ruolo nel bombardamento del volo Pan Am 103 su Lockerbie, Scozia nel 1988 e del volo francese UTA 772 nel 1989, nonostante l'indagine non abbia trovato alcuna prova che implichi un ruolo libico.

Le Nazioni Unite hanno messo in atto sanzioni economiche contro la Libia nel 1992. Queste sanzioni impedirono ad altri paesi di vendere armi, investire denaro o persino permettere ai loro cittadini di visitare la Libia. Dopo sei giorni in cui gli Stati Uniti avevano catturato Saddam Hussein in Iraq, Gheddafi rinunciò alle armi di distruzione di massa della Libia e accolse con favore le ispezioni internazionali per verificare che avrebbe rispettato l'impegno. Gheddafi ha detto che spera che altre nazioni seguano il suo esempio. L'ONU ha rimosso le sanzioni nello stesso anno. Gheddafi ha risolto la questione dell'incidente aereo di Lockerbie pagando 2,7 miliardi di dollari alle famiglie delle vittime. Il primo ministro libico Shukri Ghanem, ha detto nelle interviste che Gheddafi stava "pagando il prezzo della pace" con l'Occidente, e ha suggerito che la Libia non aveva alcun ruolo nel caso. Gli osservatori delle Nazioni Unite avrebbero riconosciuto tale dichiarazione e messo in dubbio l'intera questione.

Gheddafi ha anche iniziato ad avere relazioni normali con altri paesi. I leader dell'Europa occidentale e molte delegazioni di lavoro e commerciali hanno potuto visitare il paese. Ha fatto il suo primo viaggio in Europa occidentale in 15 anni quando si è recato a Bruxelles nell'aprile 2004. Ha riallacciato i legami con la Russia, che erano rimasti inattivi dopo il crollo dell'Unione Sovietica.

Nel 2010, l'indice di sviluppo umano della Libia era il più alto in Africa, il paese si è classificato al 53° posto come "Alto standard" sulle basi di vita. La Libia è rimasta una nazione senza debiti. Nel 2011, i diritti umani in Libia sono stati elogiati dal Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite. Tuttavia, dopo la guerra civile i diritti umani sembrano peggiorare. Nel marzo 2013, secondo il Fondo Barnabas, almeno 48 cristiani sono stati torturati in Libia, uno è morto in custodia.

Suffragio

Ogni libico che ha più di 18 anni può votare. Questo significa che il voto (noto anche come "suffragio") in Libia è universale.

Tempio di Zeus, Cirene, Libia
Tempio di Zeus, Cirene, Libia

Deserto in Libia, 2007
Deserto in Libia, 2007

Guerra civile

Nel febbraio 2011, una guerra civile è scoppiata in Libia quando i ribelli hanno combattuto contro il colonnello Muammar Gheddafi e il suo governo. La NATO è intervenuta nella guerra a favore dei ribelli. Tuttavia, alcuni ribelli avevano legami con al-Qaeda. La NATO ha terminato la sua missione in ottobre dopo che il colonnello Gheddafi è stato segnalato per essere stato ucciso. All'indomani della guerra civile, una ribellione di basso livello da parte dei lealisti di Gheddafi continuò. Le milizie armate hanno riempito il vuoto lasciato dalla rivoluzione. Due diversi governi nazionali sono stati organizzati a Tripoli e Tobruk e molti combattenti non hanno seguito nessuno dei due.

Muammar Gheddafi il leader della Libia morto nel 2011. Dopo la sua morte la Libia è stata alle prese con il conflitto
Muammar Gheddafi il leader della Libia morto nel 2011. Dopo la sua morte la Libia è stata alle prese con il conflitto


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3