Cape York Peninsula [ Penisola di Cape York ]

Questo articolo riguarda la penisola nello stato australiano del Queensland; non la penisola di Yorke nel South Australia, o Cape York, in Groenlandia.

Coordinate: 10°41′S 142°32′E / 10.683°S 142.533°E / -10.683; 142.533 Cape York Peninsula è una grande penisola remota nell'estremo nord del Queensland, Australia. È la più grande area selvaggia incontaminata dell'Australia orientale e una delle ultime zone selvagge rimaste sulla terra. L'area è per lo più pianeggiante e circa la metà è utilizzata per il pascolo del bestiame. Gran parte della fauna selvatica è minacciata dalle specie introdotte e dalle erbacce. Tuttavia, la savana boscosa di eucalipto, le foreste pluviali tropicali e altri tipi di habitat sono ora riconosciuti come importanti a livello globale.

Mappa della penisola di Cape York, Far North Queensland, Australia
Mappa della penisola di Cape York, Far North Queensland, Australia

Geografia e geologia

La regione della penisola di Cape York si estende su una superficie di circa 137.000 km² a nord di 16°S di latitudine. Dalla punta della penisola, Cape York, si estende per circa 160 chilometri (99 miglia) fino alla Nuova Guinea attraverso l'isola e le barriere coralline dello Stretto di Torres.

La costa occidentale confina con il Golfo di Carpentaria e la costa orientale con il Mar dei Coralli. Non c'è un confine chiaro a sud, ma il confine nel Cape York Peninsula Heritage Act 2007 del Queensland segue la latitudine 16°S.

Nel punto più largo della penisola, si trova a 430 km dal fiume Bloomfield, sulla costa orientale, alla comunità aborigena di Kowanyama sulla costa occidentale. Dista circa 660 km dal confine meridionale, fino alla punta di Cape York. Le isole più grandi dello Stretto di Torres comprendono l'Isola del Principe di Galles, l'Isola di Horn, Moa e l'Isola di Badu.

Capo York è il punto più a nord del continente australiano. Fu nominato dal tenente James Cook il 21 agosto 1770, in onore del principe Edoardo, duca di York e di Albany. Il Duca era un fratello di re Giorgio III del Regno Unito, e morì di malattia nel 1767 quando aveva solo 20 anni:

"Il punto del Meno, che costituisce un lato del Passaggio prima menzionato, e che è il Promontorio settentrionale di questo Paese, ho chiamato Capo York, in onore di sua Altezza Reale, il Duca di York".

I paesaggi tropicali sono tra i più stabili al mondo. Non c'è stata alcuna attività tettonica per milioni di anni. La penisola è una pianura bassa estremamente erosa, quasi pianeggiante, con potenti fiumi serpeggianti e vaste pianure alluvionali. Ci sono alcune colline molto basse, a circa 800 metri sul livello del mare nella catena dei McIlwraith sul lato orientale intorno a Coen.

Parte del Great DividingRange australiano, il Peninsula Ridge, è come una spina dorsale lungo la penisola. Questa catena montuosa è costituita da antiche rocce precambriane e paleozoiche (vecchie di 1.500 milioni di anni). A est e a ovest della Peninsula Ridge si trovano i bacini di Carpentaria e Laura, costituiti a loro volta da antichi sedimenti mesozoici. La penisola è caratterizzata da diverse importanti forme di terraferma: la vasta area di dune di sabbia indisturbate sulla costa orientale intorno a Shelburne Bay e Cape Bedford-Cape Flattery; gli enormi cumuli di massi di granito nero del Black Mountain National Park e di Cape Melville; e i cars carsici calcarei intorno a Palmerston, a sud.

I terreni sono poveri, anche rispetto ad altre zone dell'Australia. Sono antichi e stagionati, non sono adatti all'aratura e non rispondono ai fertilizzanti. A causa del suolo povero, la regione è scarsamente popolata. I tentativi di coltivare colture commerciali sono di solito falliti.

Il clima della penisola di Cape York è tropicale e monsonico. La stagione monsonica pesante va da novembre ad aprile, durante la quale la foresta diventa quasi abitabile. La stagione secca va da maggio a ottobre. La temperatura è da calda a calda, con un clima più fresco nelle zone più alte. Le temperature medie annuali vanno da 18 °C in alta quota a 27 °C in pianura, nelle zone più secche del sud-ovest. Le temperature superiori a 40 °C e inferiori a 5 °C sono rare.

Le precipitazioni annuali sono elevate e vanno da oltre 2000 mm. nella catena del ferro e a nord di Weipa a circa 700 mm. al confine meridionale. La maggior parte di queste piogge cade tra novembre e aprile. Solo sulle pendici orientali della catena del ferro le precipitazioni mediane tra giugno e settembre superano i 5 mm. Tra gennaio e marzo, tuttavia, le precipitazioni mediane mensili variano da circa 170 mm (6,5 pollici) a sud a oltre 500 mm (20 pollici) a nord e sulla catena del ferro.

Fiumi

La Peninsula Ridge forma lo spartiacque drenante tra il Golfo di Carpentaria e il Mar dei Coralli. A ovest, grandi e tortuosi sistemi fluviali, tra cui il Mitchell, Coleman, Holroyd, Archer, Watson, Wenlock, Ducie e Jardine scorrono nel Golfo di Carpentaria. Durante la stagione secca, questi fiumi diventano una serie di pozzi d'acqua e di letti sabbiosi. Tuttavia, con le forti piogge della stagione umida, diventano potenti corsi d'acqua, che si estendono attraverso enormi pianure alluvionali e zone umide costiere e danno vita a molte specie di acqua dolce e di zone umide.

Sulle pendici orientali, i fiumi Jacky Jacky Creek, Olive, Pascoe, Lockhart, Stewart, Jeannie e Endeavour scorrono più brevi e più veloci verso il Mar dei Coralli. Questi forniscono acqua dolce e nutrienti importanti alla sezione più sana della Grande Barriera Corallina. Lungo le loro rive, questi fiumi selvaggi e indisturbati sono costeggiati da fitte foreste pluviali, dune di sabbia o mangrovie.

Le pianure alluvionali del bacino del Laura Basin sono ora protette nei parchi nazionali di Lakefield e Jack River. Le pianure sono attraversate dai fiumi Morehead, Hann, North Kennedy, Laura, Jack e Normanby.

I fiumi della penisola sono famosi per la loro integrità idrologica. Ciò significa che sono ancora allo stato naturale, con flussi d'acqua e vegetazione invariati. La penisola di Cape York è uno dei pochi luoghi dove il ciclo dell'acqua tropicale rimane invariato. La penisola di Cape York ha ben un quarto del deflusso superficiale dell'Australia. Con meno del 3% della superficie australiana, produce più deflusso di tutta l'Australia a sud del Tropico del Capricorno. I fiumi della penisola sono importanti anche perché riportano l'acqua nel Grande Bacino Artesiano dell'Australia centrale. Il governo del Queensland sta pianificando di proteggere 13 fiumi selvaggi della penisola di Cape York in base al Wild Rivers Act 2005.

Storia geologica

Circa 40 milioni di anni fa, la placca tettonica indo-australiana ha cominciato a scindersi dall'antico supercontinente Gondwana. Quando si è schiantata nella placca del Pacifico nel suo viaggio verso nord, le alte catene montuose della Nuova Guinea centrale sono state realizzate circa 5 milioni di anni fa. Protette da questa zona di collisione, le antiche rocce dell'attuale penisola di Capo York non si sono mosse.

Durante il Pleistocene l'Australia e la Nuova Guinea sono state più volte collegate e separate dall'acqua. Durante le glaciazioni, con il loro basso livello del mare, la penisola di Cape York era un ponte terrestre basso. Un altro collegamento esisteva tra la terra di Arnhem e la Nuova Guinea, a volte creando un grande lago d'acqua dolce, il Lago Carpentaria, al centro di quello che oggi è il Golfo di Carpentaria. In questo modo, l'Australia e la Nuova Guinea si sono unite fino all'ultima inondazione dello stretto di Torres, poco profondo, circa 8.000 anni fa.

Ecologia

Piante

La penisola di Cape York ha una serie di foreste pluviali tropicali intatte, praterie tropicali e subtropicali, savane e cespugli, savane tropicali, brughiere, zone umide, fiumi selvaggi e paludi di mangrovie. Queste ospitano circa 3300 specie di piante da fiore. Quasi tutta la penisola di Cape York (99,6%) ha ancora la sua vegetazione autoctona. La penisola di Cape York contiene anche uno dei più alti tassi di endemismo in Australia, con più di 260 specie di piante endemiche trovate finora. Per questo motivo, alcune parti della Penisola si sono contraddistinte per l'altissima qualità della loro natura selvaggia. Le piante della penisola includono specie originali di Gondwanan, piante che si sono sviluppate dopo la disgregazione del Gondwana e specie provenienti dall'Indo-Malaya e dall'altra parte dello Stretto di Torres in Nuova Guinea. La maggior parte delle varietà si trova nelle zone della foresta pluviale. La maggior parte della penisola di Cape York è più arida della Nuova Guinea, il che impedisce alle piante della foresta pluviale dell'isola di spostarsi verso l'Australia.

La maggior parte della penisola di Cape York è ricoperta di erba e boschi. Questi hanno un alto e spesso strato d'erba e alberi sparsi, per lo più eucalipti. L'albero più comune è il Darwin stringybark. Anche se comune e completo nella penisola, le savane tropicali sono ormai rare e in cattive condizioni in altre parti del mondo.

Le foreste pluviali tropicali coprono un'area di 748.000 ettari, pari al 5,6% della superficie totale della penisola di Cape York. Le foreste pluviali hanno bisogno di un po' di pioggia durante la lunga stagione secca. Queste condizioni sono per lo più sulle pendici orientali delle catene costiere del Capo. Si tratta di foreste a crescita antica e supportano una vasta gamma di piante. Queste foreste pluviali sono di grande importanza per la conservazione. La più grande area di foresta pluviale del Capo si trova nella zona di McIllwraith Range-Iron Range. Le piante di Gondwananan di quest'area comprendono le Araucariacee e le conifere Podocarpaceae e le orchidee Arthrochilus, Corybas e Calochilus. Questa foresta pluviale ha almeno 1000 piante diverse, tra cui 100 specie rare o minacciate, e il 16% delle specie di orchidee australiane.

Su terreni poveri e aridi ci sono brughiere tropicali. La penisola di Cape York, a nord-est di Cape York, ha le aree più estese dell'ecosistema australiano.

Le grandi zone umide della penisola di Cape York sono "tra le più grandi, ricche e diverse dell'Australia". Sono state individuate 19 zone umide di importanza nazionale, per lo più sulle grandi pianure alluvionali e nelle zone costiere. Tra le zone umide importanti ci sono il Jardine River National Park, il Lakefield National Park e gli estuari dei grandi fiumi delle pianure occidentali. Molte di queste zone umide si trovano solo durante la stagione delle piogge e hanno tipi di piante rare o non comuni.

Le zone costiere della penisola e gli estuari dei fiumi sono costeggiati da foreste di mangrovie di kwila e altri alberi. La più grande foresta di mangrovie d'Australia si trova a Newcastle Bay.

Animali

Il Capo ha molti animali, con più di 700 specie di animali terrestri vertebrati. Di queste, 40 vivono solo qui. A causa della sua storia geologica, le piante e gli animali "della penisola di Cape York sono un complesso miscuglio di reliquie di Gondwanan, isolazionisti australiani e invasori asiatici o della Nuova Guinea" (p. 41). Tra gli uccelli vi sono il bufalo Buttonquail (Turnix olivii), il pappagallo dalle spalle dorate (Psephotus chrysopterygius), l'amabile fata (Malurus amabilis), il mangiatore di miele a strisce bianche (Trichodere cockerelli) e il mangiatore di miele a macchie gialle (Meliphaga notata). Alcuni, come la Caccia all'ostrica piemontese, vivono in altre parti dell'Australia ma hanno popolazioni importanti nella penisola. Il Capo ospita anche il serpente marrone orientale, uno dei serpenti più velenosi al mondo. Tra i mammiferi c'è il roditore in via di estinzione Bramble Cay Melomys, che vive solo su Bramble Cay nello Stretto di Torres.

Le foreste pluviali dell'Iron Range hanno specie che vivono anche in Nuova Guinea, tra cui il Pappagallo Eclettico e il Cuscus comune del Sud. Altri animali della foresta pluviale comprendono 200 specie di farfalle, tra cui 11 farfalle endemiche, una delle quali è l'enorme Green Birdwing, il Green Tree Python e il Northern Quoll. Il numero di questo marsupiale della foresta è diminuito perché hanno cercato di mangiare i rospi canini velenosi introdotti.

Le rive dei fiumi della pianura ospitano una fauna selvatica specifica. I fiumi, tra cui il Jardine, il Jackson, l'Olive, l'Holroyd e il Wenlock, sono ricchi di pesci. Le zone umide e le mangrovie costiere sono note per la loro importanza come vivaio di pesci e habitat di coccodrilli, fornendo un importante rifugio dalla siccità. La Grande Barriera Corallina è al largo della costa orientale ed è un importante habitat marino.

Minacce e conservazione

Gli allevamenti di bovini utilizzano circa il 57% della superficie totale, per lo più nella penisola di Cape York centrale e orientale. Circa il 20% è terra indigena, con l'intera costa occidentale sotto il titolo di Nativo. Il resto è per lo più Parco Nazionale e gestito dal Queensland Parks and Wildlife Service. Gli usi della terra includono la pastorizia di ampi acri, l'estrazione di bauxite e sabbia silicea, le riserve naturali, il turismo e la pesca. Ci sono grandi depositi di bauxite lungo la costa occidentale o del Golfo di Carpentaria. Weipa è il centro minerario. Molto è stato danneggiato dal pascolo eccessivo, dalle miniere, dagli incendi, dai maiali selvatici, dai rospi di canna, dalle erbacce e da altre specie introdotte. Ma la penisola di Cape York rimane abbastanza intatta, con sistemi fluviali intatti e sani e nessuna estinzione registrata di piante o animali dall'insediamento europeo.

Lo studio "Cape York Peninsula Land Use Strategy", realizzato dal governo australiano nel 1990, ha creato dei piani per proteggere la natura selvaggia. Attualmente il governo del Queensland e il governo federale australiano stanno esaminando la candidatura a patrimonio naturale dell'umanità. I principali parchi nazionali includono il Jardine River National Park nell'estremo nord, il Mungkan Kandju National Park vicino ad Aurukun e il Lakefield National Park nel sud-est della bioregione.

Dune di sabbia intorno a Cape Flattery
Dune di sabbia intorno a Cape Flattery

Persone e cultura

Il primo contatto conosciuto tra europei e aborigeni avvenne sulla costa occidentale della penisola nel 1606. Non fu stabilito dagli europei fino al 19° secolo, quando iniziarono le comunità di pescatori, poi gli allevamenti di bestiame e più tardi le città minerarie. L'insediamento europeo portò allo sfollamento delle comunità aborigene e all'arrivo degli abitanti delle isole dello Stretto di Torres sulla terraferma. Oggi la penisola conta circa 18.000 abitanti. Circa il 60% di loro sono aborigeni e abitanti delle isole dello Stretto di Torres.

Il centro amministrativo e commerciale di gran parte della penisola di Cape York è Cooktown, nel suo angolo più a sud-est. L'insediamento più grande della penisola è la città mineraria di Weipa, sul Golfo di Carpentaria. La maggior parte della penisola ha poche persone, con metà della popolazione che vive in insediamenti molto piccoli e allevamenti di bestiame. Lungo la Peninsula Developmental Road, ci sono piccoli centri di servizio a Lakeland, Laura e Coen. Sulla punta di Cape York, sulla vicina isola di Thursday Island, c'è un grande centro di servizio. Le comunità aborigene sono a Hopevale, Pormpuraaw, Kowanyama, Aurukun, Lockhart River, Napranum, Mapoon, Injinoo, New Mapoon e Umagico. Le comunità delle isole dello Stretto di Torres sulla terraferma sono a Bamaga e Seisia. Una strada interna completamente sigillata collega Cairns e l'altopiano di Atherton a Lakeland Downs e Cooktown. La strada a nord di Lakeland Downs fino alla punta della penisola è talvolta tagliata dopo forti piogge durante la stagione umida (da dicembre a maggio circa).

La Penisola è molto popolare tra i turisti nella stagione secca per il campeggio, l'escursionismo, il birdwatching e la pesca. Molte persone rendono l'avventura, ma gratificante, guidare fino alla punta di Cape York, il punto più settentrionale dell'Australia continentale.

Alcune delle più estese e antiche gallerie di pittura rupestre aborigena del mondo circondano la città di Laura, alcune delle quali sono a disposizione del pubblico. C'è anche un nuovo Centro di Interpretazione da cui è possibile ottenere informazioni sull'arte rupestre e sulla cultura locale e organizzare visite guidate.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3