Pena di morte

La pena di morte, detta anche pena capitale, si ha quando un governo o uno stato esegue (uccide) qualcuno, di solito ma non sempre perché ha commesso un reato grave. Un crimine che può essere punito con la pena di morte è chiamato crimine capitale o reato capitale.

Le esecuzioni nella maggior parte dei paesi sono diventate più rare negli ultimi secoli. La pena di morte è un argomento controverso e controverso.

Circa un terzo dei paesi del mondo ha leggi che consentono la pena di morte. Gli Stati Uniti, la Repubblica Popolare Cinese, il Giappone e l'Iran sono esempi di paesi che hanno la pena di morte. Canada, Australia, Messico e tutti i membri del Consiglio d'Europa sono esempi di Paesi che hanno abolito la pena di morte. 75 Paesi si sono liberati della pena capitale per tutti i crimini. Altri 20 possono essere considerati abolizionisti in pratica. Se mantengono la pena di morte nella legge, ma non hanno eseguito alcuna esecuzione negli ultimi 10 anni o più.

La maggior parte dei paesi che hanno la pena di morte la usano per gli assassini e per altri reati gravi come lo stupro o il terrorismo. Altri paesi, soprattutto quelli con governi autoritari o totalitari, tuttavia, lo usano anche per reati minori come il furto, la droga, o per dire cose cattive sul governo.

I paesi che applicano la pena di morte. Blu: Niente pena di morte, verde: Nessuna pena di morte, tranne che in tempo di guerra, Arancione: pena di morte, ma nessuna persona giustiziata negli ultimi 10 anni, Rosso: Pena di morte per certi crimini
I paesi che applicano la pena di morte. Blu: Niente pena di morte, verde: Nessuna pena di morte, tranne che in tempo di guerra, Arancione: pena di morte, ma nessuna persona giustiziata negli ultimi 10 anni, Rosso: Pena di morte per certi crimini

Esecuzione di un criminale di guerra nel 1946
Esecuzione di un criminale di guerra nel 1946

Quali sono i paesi che eseguono il maggior numero di esecuzioni?

Uno studio di Amnesty International ha rilevato che i seguenti Paesi hanno fatto il maggior numero di esecuzioni nel 2012:

  1. Cina (4000+) dati non ufficialmente rilasciati.
  2. Iran (almeno 314+)
  3. Iraq (almeno 129+)
  4. Arabia Saudita (79+)
  5. Stati Uniti (43)
  6. Yemen (28+)
  7. Oman (25+)
  8. Sudan (19+)
  9. Afghanistan (14)

Ecco la lista per il 1998:

  1. Cina (1.067)
  2. Repubblica Democratica del Congo (100)
  3. Stati Uniti (68)
  4. Iran (66)
  5. Egitto (48)
  6. Bielorussia (33)
  7. Taiwan (32)
  8. Arabia Saudita (29)
  9. Singapore (28)
  10. Ruanda (24)
  11. Sierra Leone (24)
  • Anche se non è stato confermato, Amnesty International ha ricevuto la notizia di molte centinaia di esecuzioni in Iraq.

Un totale di 557 persone sono state giustiziate negli Stati Uniti tra il 1977, quando la pena di morte è stata reintrodotta dopo una pausa di 10 anni, e il 2000. Durante questo periodo, 20 Stati non hanno eseguito alcuna esecuzione. Ecco gli Stati con il maggior numero di esecuzioni durante questo periodo:

  1. Texas (239)
  2. Virginia (81)
  3. Florida (50)
  4. Missouri (46)
  5. Oklahoma (30)
  6. Louisiana (26)
  7. Carolina del Sud (25)
  8. Alabama (23)
  9. Arkansas (23)
  10. Georgia (23)

Primi paesi ad abolire la pena di morte

Nazione

Anno di abolizione

Russia*

1826

Venezuela

1863

Portogallo

1867

Brasile

1882

Costa Rica

1882

Ecuador

1897

Panama

1903

Norvegia

1905

Uruguay

1907

Colombia

1910

*La Repubblica socialista sovietica russa, come parte dell'Unione Sovietica, ha ripristinato la pena capitale durante il periodo dell'Unione Sovietica.

Motivi comuni di esecuzione

È comune che le persone vengano giustiziate per crimini come l'omicidio, l'omicidio colposo e il tentato omicidio, ma ci sono anche altri crimini che prevedono la pena di morte. Alcuni di questi lo sono:

  • Rapina in banca (Arabia Saudita)
  • Rapimento
  • Traffico di esseri umani (è come la schiavitù) (Cina)
  • Rapina generale se almeno una persona muore (America)
  • Stupro (Cina, Arabia Saudita)
  • Traffico o possesso di determinate drogheillegali in una certa quantità (Indonesia, Arabia Saudita, Singapore, Malaysia, Taiwan e altri)
  • Corruzione (Cina)
  • Adulterio (Arabia Saudita, Iran e Afghanistan)
  • Omosessualità (Iran, Arabia Saudita, Yemen, Sudan e Mauritania)
  • Prostituzione (sia prostituendosi che costringendo gli altri a fare lo stesso) (Iraq fino al 2003, Arabia Saudita)
  • Apostasia nell'Islam (Afghanistan, Iran, Yemen, Mauritania, Pakistan, Qatar, Arabia Saudita, Somalia e Sudan)
  • Stregoneria (Arabia Saudita, Qatar)

Durante il periodo di guerra, i seguenti crimini sono puniti con la morte:

  • Tradimento (tentativo di rovesciare un governo) [deve essere spiegato].
  • Spionaggio (spionaggio)
  • Sabotaggio
  • Diserzione

Chi non può essere giustiziato

Secondo il Patto internazionale sui diritti civili e politici, entrato in vigore nel 1976, le persone che non avevano almeno diciotto anni al momento in cui hanno commesso il reato non possono essere giustiziate. Secondo la Convenzione europea dei diritti dell'uomo, in particolare il suo tredicesimo emendamento (2002), nessuno deve essere giustiziato.

Controversie

Ci sono molte opinioni diverse sul tema della pena capitale. Trattandosi di un argomento importante, ogni paese ha sentimenti molto forti. Molti dicono che la pena di morte è ragionevole perché spaventa la gente a non fare cose illegali, mentre molti altri dicono che c'è la possibilità di giustiziare un uomo innocente; uno dice giustizia, punizione e punizione; l'altro dice che l'esecuzione è un omicidio. La maggior parte delle persone conosce la minaccia di un crimine per la propria vita, ma la questione sta nei metodi e nelle azioni che dovrebbero essere usate per affrontarlo.

Nel corso della storia dell'umanità, i governi e i governanti hanno usato molti metodi di pena di morte per giustiziare le persone, come la crocifissione, lo scorticamento e l'impiccagione. Alcuni metodi come la crocifissione e lo scorticamento non sono più utilizzati dai governi, perché la gente pensa che questi metodi di uccisione siano troppo crudeli. La camera a gas è stata giudicata incostituzionale negli Stati Uniti (cioè: contro la costituzione degli Stati Uniti che non permette "punizioni crudeli e insolite") e non viene più utilizzata.

Il Consiglio d'Europa ha abolito la pena di morte con il 13° emendamento della Convenzione europeadei diritti dell'uomo. Amnesty International si oppone a tutta la pena di morte per il diritto alla vita e la proibizione di tutte le torture o di qualsiasi trattamento crudele, disumano o degradante insistito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.

Forme di morte

Le seguenti forme di esecuzione sono oggi in uso:

  • Sedia elettrica: Il prigioniero viene ucciso da una forte fonte di elettricità attaccata alla testa e alla gamba.
  • Iniezione letale: Il prigioniero viene avvelenato con un mix di sostanze chimiche che vengono messe nel suo corpo. Alcuni paesi usano sostanze chimiche controverse. Dopo l'abolizione della sedia elettrica come forma di pena di morte negli Stati Uniti, considerata una punizione troppo brutale e sostituita dall'iniezione letale, questo metodo è diventato il più utilizzato da allora.
  • Plotone d'esecuzione: Alcuni sparano al prigioniero con i fucili. I plotoni d'esecuzione sono spesso utilizzati per i soldati durante le guerre. Uno o più di quelli che sparano possono avere false munizioni che non uccidono, in modo che nessuno sappia chi ha sparato il colpo che ha ucciso. Il plotone d'esecuzione è un'esecuzione militare tradizionale. A volte si spara a disertori, traditori e spie.
  • Impiccagione: Il prigioniero ha una corda legata al collo. Vengono poi fatti cadere dall'alto. La persona può morire per la rottura del collo. Può morire per soffocamento (asfissia), se la caduta è troppo piccola o se il nodo è stato fatto male. Se la goccia è troppo lunga o il prigioniero troppo pesante, la testa potrebbe essere staccata. Giappone, India ed ex colonie britanniche usano l'impiccagione.
  • Strangolamento, a mano o con garrota. La garrota è stata il principale tipo di pena capitale in Spagna per centinaia di anni. In origine, il condannato veniva ucciso colpendolo con una mazza (garrota in spagnolo). Questo si è poi sviluppato nel mettere un anello di corda intorno al collo. Un bastone di legno è stato messo nell'anello e ruotato per stringere la corda fino a quando il condannato non è stato strangolato a morte.
  • La lapidazione: Le pietre vengono scagliate contro il prigioniero fino alla morte. La lapidazione è ancora usata in alcuni paesi del Medio Oriente.
  • Decapitazione: Alla vittima viene tagliata la testa con una lama affilata, come una spada, un'ascia o una ghigliottina. Questo era il mezzo tradizionale di esecuzione nell'Europa centrale e in molti altri luoghi. La decapitazione è anche chiamata decapitazione. La decapitazione è ancora usata in alcuni paesi del Medio Oriente, ma l'unico paese ad usarla attivamente è l'Arabia Saudita.


Un manichino viene inserito in una garrota per dimostrare la posizione di un essere umano nel dispositivo
Un manichino viene inserito in una garrota per dimostrare la posizione di un essere umano nel dispositivo

Galleria

·        

Decapitazione: Il giapponese decapita un cinese (Foto del 1901)

·        

La Lapidazione (Lapidazione) di Santo Stefano è un dipinto di Rembrandt(1625)

·        

E non si può farci niente, un dipinto di Goya, che mostra un plotone d'esecuzione. (intorno al 1810)

·        

Impiccagione delle quattro persone condannate per l'omicidio di Abraham Lincoln (1865)

·        

Una vecchia sedia elettrica


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3