Assenzio

L'assenzio è una bevanda distillata altamente alcolica. Si tratta di 45-74% di alcol in volume / 90-148 U.S.A. prova) bevanda. È un'acquavite aromatizzata all'anice vinta dalle erbe. Le erbe, tra cui i fiori e le foglie di Artemisia absinthium ("grande assenzio"), insieme con anice verde, finocchio dolce.

L'assenzio ha un colore verde naturale ma può anche essere incolore. Nella letteratura storica è comunemente indicato come "la fata verte" (la fata verde). Non è un liquore, perché non è tradizionalmente imbottigliato con l'aggiunta di zucchero, quindi è uno spirito.

L'assenzio viene imbottigliato ad un alto livello di alcol, ma di solito viene diluito con acqua prima di essere bevuto. L'assenzio proviene da Val-de-Travers, Svizzera. Era molto popolare nella Francia di fine Ottocento e inizio Novecento. Lo bevevano artisti e scrittori parigini. L'associazione romantica con la bevanda è ancora presente nella cultura popolare. Alla fine del 1900 i francesi bevevano oltre 2 milioni di litri di assenzio all'anno. Nel 1910 questo era salito a 36 milioni di litri. Ernest Hemingway, James Joyce, Charles Baudelaire, Paul Verlaine, Arthur Rimbaud, Henri de Toulouse-Lautrec, AmedeoModigliani, Pablo Picasso, Vincent van Gogh, Oscar Wilde, Aleister Crowley, Erik Satie e Alfred Jarry erano tutti noti bevitori di assenzio.

L'assenzio è stato spesso considerato una pericolosa droga psicoattiva che crea dipendenza e allucinogeno. Il composto chimico tujone, sebbene presente nello spirito solo in tracce, è stato accusato dei suoi presunti effetti dannosi. Nel 1915 l'assenzio era stato vietato negli Stati Uniti e in gran parte dell'Europa, tra cui Francia, Paesi Bassi, Belgio, Svizzera e Austria-Ungheria.

Tuttavia, non è stato dimostrato che sia più pericoloso dei comuni spiriti. Studi recenti hanno dimostrato che gli effetti psicoattivi dell'assenzio (a parte l'alcol) sono stati esagerati. Una rinascita dell'assenzio è iniziata negli anni '90, dopo che le moderne leggi dell'Unione Europea sugli alimenti e le bevande hanno eliminato le barriere alla sua produzione e vendita. All'inizio del 21° secolo, quasi 200 marche di assenzio venivano prodotte in una dozzina di paesi, in particolare in Francia, Svizzera, Australia, Spagna e Repubblica Ceca.

Un bicchiere riempito con una verte di colore naturale. Accanto c'è un cucchiaio di assenzio.
Un bicchiere riempito con una verte di colore naturale. Accanto c'è un cucchiaio di assenzio.

Storia

L'origine precisa dell'assenzio è sconosciuta. L'assenzio è in uso medico dal 1500 a.C. Nel 1797, Henry-Louis Pernod, aprì la prima distilleria di assenzio, chiamata "Dubied Père et Fils", a Couvet. Nel 1805 Pernod costruì una seconda distilleria a Pontarlier, in Francia,

La popolarità dell'assenzio è cresciuta lentamente. Negli anni Quaranta del XIX secolo l'assenzio fu somministrato ai soldati francesi come cura per la malaria. Quando le truppe tornarono a casa, cominciarono a bere l'assenzio con l'acqua. Divenne popolare nei bar e nei bistrot. Dopo il 1860 l'assenzio era diventato così popolare che era in vendita nella maggior parte dei caffè e dei cabaret. Negli anni Ottanta del XIX secolo il prezzo era sceso molto, il mercato si era ingrandito e l'assenzio divenne presto la bevanda della Francia. Nel 1910 i francesi bevevano 36 milioni di litri di assenzio all'anno.

Divieto

L'assenzio era spesso collegato a crimini violenti che si supponeva fossero stati commessi sotto la sua influenza. Combinato con l'uso di alcolici pesanti e il prezzo basso, l'assenzio divenne un problema sociale in Francia. I gruppi di produttori di vino pubblicizzavano spesso i problemi legati all'assenzio. I giornalisti accusavano l'assenzio di molti problemi sociali.

Nel 1900 l'assenzio è stato vietato in Svizzera. La messa al bando dell'assenzio fu addirittura scritta nella costituzione nel 1907, in seguito a un'iniziativa popolare. I Paesi Bassi vietarono l'assenzio nel 1909, seguiti dagli Stati Uniti nel 1912 e dalla Francia nel 1915. Più o meno nello stesso periodo, l'Australia ha vietato anche i liquori. Dopo la proibizione dell'assenzio, i produttori di vino e whisky hanno avuto un grande aumento delle vendite.

Rinascita moderna

Negli anni '90 un importatore ha scoperto che non esisteva una legge britannica che vietasse la vendita di assenzio. Non era mai stata vietata nel Regno Unito. Hill's Liquere, una distilleria della Repubblica Ceca fondata nel 1920, iniziò a produrre l'assenzio Hill's Absinth. Si trattava di un assenzio in stile boemo, che diede inizio a una rinascita nella popolarità dell'assenzio.

Non è mai stato vietato in Spagna o in Portogallo, dove continua ad essere prodotto. La Francia non ha mai cambiato la legge del 1915. Nel 1988 è stata approvata una nuova legge. Questa vieta solo le bevande che si definiscono "assenzio" e le bevande che non rispettano le leggi dell'Unione Europea sul tujone. Il tujone è la sostanza chimica che si pensava provocasse l'effetto allucinatorio (brutto sogno) dell'assenzio.

Nei Paesi Bassi, la vecchia legge che vietava l'assenzio è stata contestata con successo dal venditore di vini di Amsterdam Menno Boorsma. Nel luglio 2004 è diventato legale fare di nuovo l'assenzio.

In Svizzera, il divieto costituzionale dell'assenzio è stato abolito nel 2000 in occasione di una revisione della costituzione nazionale. Il divieto è stato invece scritto nel diritto comune. L'assenzio non viene più venduto solo in Svizzera, ma viene nuovamente distillato nel suo luogo di nascita, il Val-de-Travers.

Negli Stati Uniti le leggi che vietano l'assenzio sono difficili da capire. In alcuni Stati è legale avere una bottiglia di assenzio, ma non per comprarlo o produrlo. L'esportazione e l'importazione di assenzio è probabilmente illegale.

Preparare l'assenzio alla maniera tradizionale
Preparare l'assenzio alla maniera tradizionale

Raccolta di cucchiai di assenzio. Si tratta di cucchiai speciali utilizzati per contenere la zolletta di zucchero. Si versa acqua ghiacciata sullo zucchero per diluire l'assenzio. Notate la fessura sul manico che permette al cucchiaio di appoggiarsi in modo sicuro sull'orlo del bicchiere.
Raccolta di cucchiai di assenzio. Si tratta di cucchiai speciali utilizzati per contenere la zolletta di zucchero. Si versa acqua ghiacciata sullo zucchero per diluire l'assenzio. Notate la fessura sul manico che permette al cucchiaio di appoggiarsi in modo sicuro sull'orlo del bicchiere.

L'anice, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione dell'assenzio
L'anice, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione dell'assenzio

Grande Assenzio, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione di assenzio
Grande Assenzio, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione di assenzio

Il finocchio, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione di assenzio
Il finocchio, una delle tre erbe principali utilizzate nella produzione di assenzio

La preparazione

Tradizionalmente, l'assenzio viene messo in un bicchiere. Una zolletta di zucchero viene poi messa nella ciotola di un cucchiaio speciale. Si versa o si fa gocciolare acqua ghiacciata sullo zucchero fino a quando la bevanda non viene diluita. Durante questo processo, le parti non solubili in acqua rendono il liquido torbido. L'opalescenza lattiginosa che ne risulta è chiamata louche.

Produzione

Le principali erbe utilizzate per produrre assenzio sono l'anice verde, il finocchio rosso e l'assenzio grande, spesso chiamato la "santa trinità". Si possono usare anche molte altre erbe, come l'issopo, la melissa, l'anice stellato, l'assenzio petite (Artemisia pontica o assenzio romano), la radice di angelica, la bandiera dolce, le foglie di dittany, il coriandolo, la veronica, il ginepro, la noce moscata e varie erbe di montagna.

Le erbe vengono prima messe a bagno, un passo chiamato "macerazione". Il calore viene aggiunto nel processo di distillazione che estrae un liquido puro. L'assenzio, l'anice e il finocchio di Firenze producono un liquido incolore o distillato che è circa il 72% di alcol. Il distillato può essere imbottigliato chiaro, per produrre un assenzio Blanche o la Bleue. Un secondo passaggio può aggiungere colore al liquido utilizzando coloranti artificiali o naturali.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2021 - License CC3