Sistema solare

Il Sistema Solare è il Sole e tutti gli oggetti che gli orbitano intorno. Il Sole è orbitato da pianeti, asteroidi, comete e altre cose.

Il sistema solare ha circa 4,6 miliardi di anni. Si è formato per gravità in una grande nube molecolare. La maggior parte di questa materia si è raccolta al centro, e il resto si è appiattito in un disco orbitante che è diventato il Sistema Solare. Si pensa che quasi tutte le stelle si formino con questo processo.

Il Sole è una stella. Contiene il 99,9% della massa del Sistema Solare. Ciò significa che ha una forte gravità. Gli altri oggetti vengono trascinati in orbita intorno al Sole. Il Sole è composto per lo più da idrogeno e da un po' di elio.

Ci sono otto pianeti nel sistema solare. Dal più vicino al più lontano dal Sole, lo sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno. I primi quattro pianeti sono chiamati pianeti terrestri. Sono per lo più costituiti da roccia e metallo, e sono per lo più solidi. Gli ultimi quattro pianeti sono chiamati giganti gassosi. Questo perché sono molto più grandi di altri pianeti e sono per lo più fatti di gas.

Il sistema solare contiene anche altre cose. Ci sono fasce di asteroidi, per lo più tra Marte e Giove. Più lontano di Nettuno, c'è la cintura di Kuiper e il discosparso. Queste aree hanno pianeti nani, tra cui Plutone, MakeMake ed Eris. Ci sono migliaia di oggetti molto piccoli in queste aree. Ci sono anche comete, centauri, e c'è la polvere interplanetaria.

Sei dei pianeti e tre dei pianeti nani sono orbitati da lune. Inoltre, la polvere planetaria orbita intorno ai giganti gassosi. Molti altri sistemi come il Sistema Solare sono stati trovati. Ognuno dei miliardi di stelle della Via Lattea potrebbe avere un sistema planetario.

Pianeti e pianeti nani del sistema solare. Rispetto agli altri, le dimensioni sono corrette, ma le distanze non sono
Pianeti e pianeti nani del sistema solare. Rispetto agli altri, le dimensioni sono corrette, ma le distanze non sono

Riproduci media Una semplice spiegazione video del sistema solare
Riproduci media Una semplice spiegazione video del sistema solare

Evoluzione del sistema solare

La formazione e l'evoluzione del Sistema Solare è iniziata 4,6 miliardi di anni fa con il collasso gravitazionale di una piccola parte di una gigantesca nube molecolare.

La maggior parte della massa collassante si è raccolta al centro, formando il Sole, mentre il resto si è appiattito in un disco protoplanetario di polvere sciolta, da cui si sono formati i pianeti, le lune, gli asteroidi e altri corpi del Sistema Solare.

Questo modello, noto come ipotesi nebulare, è stato sviluppato nel XVIII (1700) secolo da Emanuel Swedenborg, Immanuel Kant e Pierre-Simon Laplace. È stato adattato da discipline scientifiche come l'astronomia, la fisica, la geologia e la scienza planetaria. Man mano che la nostra conoscenza dello spazio è cresciuta, i modelli sono stati modificati per tener conto delle nuove osservazioni.

Il Sistema Solare si è evoluto notevolmente dalla sua formazione iniziale. Molte lune si sono formate da dischi circolanti di gas e polveri attorno ai loro pianeti genitori, mentre si ritiene che altre lune si siano formate e siano state successivamente catturate dai loro pianeti. Altre ancora, come la Luna della Terra, possono essere il risultato di collisioni gigantesche.

Molte collisioni tra i corpi sono avvenute e sono state importanti per l'evoluzione del Sistema Solare. Nelle prime fasi, le posizioni dei pianeti a volte si sono spostate, e i pianeti si sono scambiati di posto. Si pensa che questa migrazione planetaria sia stata responsabile di gran parte dell'evoluzione iniziale del Sistema Solare.

L'orbita terrestre

L'orbita della Terra intorno al Sole è quasi un cerchio perfetto, ma quando viene mappata si scopre che la Terra si muove intorno al Sole in un'orbita molto leggermente ovale, chiamata orbita ellittica. Anche gli altri pianeti del Sistema Solare circondano il Sole in orbite leggermente ellittiche. Mercurio ha un'orbita più ellittica degli altri, e alcuni degli oggetti più piccoli orbitano intorno al Sole in orbite molto eccentriche.

Scoperta ed esplorazione

Per migliaia di anni, la gente non ha avuto bisogno di un nome per il "Sistema Solare". Pensavano che la Terra restasse ferma al centro di tutto (geocentrismo). Sebbene il filosofo greco Aristarco di Samo suggerisse che c'era un ordine speciale nel cielo, Niccolò Copernico fu il primo a sviluppare un sistema matematico che descriveva quello che oggi chiamiamo "sistema solare". Questo fu chiamato un nuovo "sistema del mondo". Nel XVII secolo, Galileo Galilei, Johannes Kepler e Isaac Newton iniziarono ad aiutare le persone a comprendere meglio la fisica. La gente cominciò ad accettare l'idea che la Terra è un pianeta e si muove intorno al Sole, e che i pianeti sono mondi con le stesse leggi fisiche che controllano la Terra. Più recentemente, i telescopi e le sonde spaziali hanno portato alla scoperta di montagne e crateri, e di fenomeni meteorologici stagionali come le nuvole, le tempeste di polvere e le calotte di ghiaccio sugli altri pianeti.

Distanze planetarie, non in scala
Distanze planetarie, non in scala

Gli otto pianeti

Nel loro ordine dal Sole:

  1. Mercurio
  2. Venere
  3. Terra
  4. Marte
  5. Giove
  6. Saturno
  7. Urano
  8. Nettuno

I pianeti sono gli oggetti più grandi che girano intorno al Sole. Ci sono voluti molti anni di utilizzo dei telescopi per trovare gli oggetti più lontani. Si possono ancora trovare nuovi pianeti e ogni anno si trovano sempre più piccoli oggetti. La maggior parte dei pianeti ha lune che orbitano intorno a loro proprio come i pianeti orbitano intorno al Sole. Ci sono almeno 173 di queste lune nel sistema solare.

Pianeti nani

Plutone era stato chiamato pianeta fin dalla sua scoperta nel 1930, ma nel 2006 gli astronomi riuniti all'Unione Astronomica Internazionale hanno deciso di definire un pianeta, e Plutone non si adattava. Hanno invece definito una nuova categoria di pianeta nano, in cui Plutone si è inserito, insieme ad altri. Questi piccoli pianeti sono talvolta chiamati plutini.

Struttura

Ci sono alcune parti principali del sistema solare. Qui sono in ordine dal Sole, con i pianeti numerati, e i pianeti nani contrassegnati con le lettere a - e.

Sistema solare interno

I primi quattro pianeti più vicini al Sole sono chiamati i pianeti interni. Sono piccoli e densi pianeti terrestri, con superfici solide. Sono costituiti per lo più da roccia e metallo con una struttura interna distinta e di dimensioni simili. Tre hanno anche un'atmosfera. Lo studio dei quattro pianeti fornisce informazioni sulla geologia esterna alla Terra. La maggior parte degli asteroidi sono spesso contati anche con i pianeti interni

  • La regione dei pianeti terrestri contiene i quattro pianeti più vicini al sole, tutti sono pianeti rocciosi

·         (1) Mercurio

·         (2) Venere

·         (3) Terra

·         (4) Marte

·         a) Cerere (l'unico pianeta nano di questa regione)

·         Asteroidi

Sistema solare esterno

  • Gas gigante regione dei pianeti giganti contiene;

·         (5) Giove

·         (6) Saturno

·         (7) Urano

·         (8) Nettuno

Regione Trans-Nettuno

  • Kuiper cintura regione contiene;

·         b) Plutone

·         c) Haumea

·         d) Makemake

·         Oggetti della cintura di Kuiper ed eventualmente altri pianeti nani

·         comete a breve termine

  • regione disco sparso contiene;

·         e) Eris

·         Oggetti a disco sparpagliati ed eventualmente altri pianeti nani

Nuvola di Oort

La nube di Oort è separata dalla regione trans-Nettuno e molto più lontana. Contiene le comete di lungo periodo.

I pianeti interni. Da sinistra a destra: Mercurio, Venere, Terra e Marte
I pianeti interni. Da sinistra a destra: Mercurio, Venere, Terra e Marte

Piano eclittico

Il piano dell'eclittica è definito dall'orbita terrestre intorno al Sole. Tutti i pianeti orbitano intorno al Sole all'incirca intorno a questo stesso piano orbitale. Più lontano da questo piano orbita un pianeta, più inclinata è la sua orbita verso l'eclittica. Se si potesse guardare il sistema solare "bordo su bordo", allora tutti i pianeti orbiterebbero più o meno nel piano dell'eclittica.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3