Impero spagnolo

L'Impero spagnolo noto anche come "Monarchia spagnola" è stato uno dei più grandi imperi della storia ed è diventato uno dei primi imperi globali della storia del mondo.

Poco dopo la Reconquista, la Spagna è diventata la prima potenza globale del mondo. Ha guidato l'esplorazione europea del nuovo mondo, costruendo i grandi Viceré nel Nuovo Mondo di allora. La Spagna creò anche le prime rotte commerciali intercontinentali attraverso gli oceani. Gli spagnoli commerciavano merci attraverso l'Oceano Atlantico, tra la Spagna e i suoi viceré nelle Americhe. Inoltre, essi commerciavano anche attraverso l'OceanoPacifico, tra i paesi dell'Asia-Pacifico e il Messico attraverso la flotta del tesoro spagnola e i galeoni di Manila.

I conquistadores spagnoli conquistarono gli imperi aztechi, inca e maya insieme con l'aiuto di altre tribù native americane. Si impadronirono di ampi territori in Nord, Sud America, Asia, Africa e Oceania. La Spagna fece di questi territori dei Viceré fino al XIX secolo. La Spagna, specialmente il regno di Castiglia, divenne molto più potente. Inoltre, attraverso i matrimoni reali, i monarchi spagnoli crearono alleanze con altre potenze europee. Questo permise all'Impero spagnolo di ottenere il controllo di molti territori in Europa. Con tutti questi territori e colonie in tutto il mondo, l'Impero spagnolo divenne il più grande e ricco impero del mondo.

Per un certo periodo l'Impero spagnolo è stato una grande potenza negli oceani, con la sua esperta Marina. La sua fanteria conosciuta come Tercios, reclutata da molti paesi della monarchia spagnola, è rimasta imbattuta per un secolo e mezzo. La Spagna ha vissuto un'epoca d'oro culturale nel XVI e XVII secolo. Cervantes, che fu il creatore del primo romanzo moderno Don Chisciotte, e molti altri, come Lope de Vega, Calderón de la Barca e Francisco de Quevedo, furono protagonisti in diversi rami della letteratura, dell'architettura, della teologia, della filosofia e così via.

Tuttavia, alla fine, i francesi, i portoghesi e gli inglesi hanno cercato di minare la monarchia spagnola. A partire dalla seconda metà del XVII secolo, l'Impero spagnolo cominciò a subire fallimenti e i suoi militari cominciarono a perdere battaglie. Nel XIX secolo, la Spagna perse i suoi ultimi grandi territori oltreoceano nella guerra ispano-americana.

Colonizzazione

L'Impero spagnolo è stato il primo impero globale nella storia del mondo ed era sparso in tutto il mondo. Era costantemente in lotta con altre potenze per i territori, il commercio o la religione. Per esempio, l'Impero spagnolo ha combattuto:

  • Nel Mediterraneo contro l'Impero Ottomano che minacciava l'Europa e sosteneva la pirateria barbarica nel Mediterraneo.
  • Contro la Francia, a causa delle guerre italiane e dei tentativi rivali di conquistare i prosperi Stati italiani.
  • Nella guerra rivoluzionaria americana
  • Contro le leghe protestanti in Germania
  • Contro la Repubblica Olandese, nella Guerra degli Ottant'anni
  • Contro l'Inghilterra per molte ragioni nel corso dei secoli, la Gran Bretagna divenne una nazione protestante fin da Enrico VIII e iniziò una persecuzione dei cattolici continuata dalla figlia Elisabetta I. Gli inglesi aiutarono anche i ribelli della Repubblica Olandese. Questi sforzi culminarono nell'Armada spagnola. Nel corso degli anni gli inglesi cercarono di conquistare ricchi posti nelle Americhe spagnole, riuscendo in alcuni casi, come in Giamaica e, durante la Guerra dei Sette Anni, nella Florida spagnola.

Molti di questi diversi poteri hanno combattuto costantemente, spesso allo stesso tempo, per lunghi periodi. Si sono battuti sia per le differenze politiche e religiose, sia per l'ambizione.

In Europa

L'Impero spagnolo perse lentamente il potere, perdendo gradualmente il territorio a favore di altri imperi. Nel 1648 la Spagna e molte altre potenze firmarono la Pace di Westfalia, che pose fine sia alla Guerra dei Trent'anni che alla Guerra degli Ottant'anni. Nel 1659, il Trattato dei Pirenei pose fine ai combattimenti tra Francia e Spagna. Con questi trattati, la Spagna cominciò a perdere il suo status di potenza egemonica in Europa.

Nel 1713, Felipe V firmò la Pace di Utrecht. In questo trattato, la Spagna rinunciò ai suoi territori in Italia e nei Paesi Bassi. La Spagna non era più la più grande potenza europea. Tuttavia, avrebbe avuto ancora un ruolo importante nella politica europea e un enorme impero in America e nel Pacifico.

Oltremare

Tuttavia, durante questo periodo, la Spagna ha mantenuto il suo grande impero d'oltremare, rendendolo addirittura più grande. L'Impero spagnolo combatteva contro la Gran Bretagna, che cercava di conquistare più America; la Francia e le Province Unite nel Nuovo Mondo. La Spagna rimase una grande potenza economica fino a quando perse le sue colonie nelle Americhe attraverso guerre civili per alcuni e rivoluzioni per altri.

Decolonizzazione

La Spagna ha mantenuto il controllo di due colonie nel suo impero in America: Cuba e Portorico. Ha mantenuto il controllo anche sulle Filippine e su alcune isole conservate in Oceania, tra cui le Isole Caroline (comprese le Isole Palau) e le Marianne (compreso Guam). Tuttavia, quando la Spagna perse la guerra ispano-americana del 1898, perse quasi tutti questi ultimi territori. La Spagna mantenne il controllo solo delle piccole isole dell'Oceania (esclusa Guam). La Spagna vendette queste isole alla Germania nel 1899.

La Spagna conservava ancora territori in Africa. La Spagna controllava il Marocco, il Sahara occidentale e la Guinea Equatoriale, fino alla decolonizzazione negli anni '60 e '70. L'ultima colonia ad ottenere l'indipendenza fu il Sahara occidentale, nel 1975.

Definizione

Per Impero spagnolo si intendono generalmente le province spagnole d'oltremare nelle Americhe, in Africa, nel Pacifico e in Europa. Per esempio, tradizionalmente, i territori come i Paesi Bassi o i Paesi Bassi spagnoli erano inclusi in quanto parte dei possedimenti del re di Spagna, governati da funzionari spagnoli e difesi dalle truppe spagnole. Molti storici usano sia "Asburgo" che "spagnolo" quando parlano dell'impero di Carlo V o di Filippo II. Tuttavia, i Paesi Bassi facevano effettivamente parte della Spagna in quel periodo.

L'impero coloniale portoghese si unì alla Spagna e fu governato dallo stesso monarca in "unione personale", ma il Portogallo rimase uno Stato a parte. L'impero portoghese continuò ad essere governato da Lisbona durante questo periodo. Pertanto, per qualche tempo ci fu un governo congiunto spagnolo-portoghese. Questi imperi gestiti congiuntamente sono stati talvolta chiamati impero spagnolo-portoghese.

Il matrimonio del 1469 tra Ferdinando II d'Aragona e Isabella I di Castiglia creò un'unione dinastica tra Aragona e Castiglia. La Spagna divenne uno stato moderno nel primo periodo moderno con l'unione dei Re Cattolici.

Nel 1492, la Spagna concluse un periodo di 781 anni di riconquista con la caduta dell'ultimo regno moresco di Granada. Nello stesso anno i monarchi cattolici finanziarono il viaggio di Cristoforo Colombo per raggiungere l'India navigando verso ovest. Colombo invece trovò l'America. Fu l'inizio della colonizzazione spagnola del continente.

Con il trattato di Tordesillas del 1494, il globo fu diviso in due emisferi tra Spagna e Portogallo. Pertanto, la Spagna aveva il diritto di avviare colonie in tutto il Nuovo Mondo dall'Alaska a Capo Horn (eccetto il Brasile), così come in Asia. L'Impero castigliano fu il risultato di un periodo di rapida espansione coloniale nel Nuovo Mondo, così come le Filippine e le colonie in Africa: Melilla fu catturata dalla Castiglia nel 1497 e Orano nel 1509.

I regni di Filippo II nel 1598, mostrando la sua struttura amministrativa durante l'Unione Iberica, 1580-1640.
I regni di Filippo II nel 1598, mostrando la sua struttura amministrativa durante l'Unione Iberica, 1580-1640.

Mappa storicamente errata della Corona Aragonese
Mappa storicamente errata della Corona Aragonese

Arrendetevi al re di Granada alla presenza dei Re Cattolici.
Arrendetevi al re di Granada alla presenza dei Re Cattolici.

Cristoforo Colombo prende possesso di La Española.
Cristoforo Colombo prende possesso di La Española.

Risultati fino ad oggi

La lingua spagnola e la Chiesa cattolica romana sono state portate nelle Americhe e nelle Indie Orientali spagnole (Stati Federati di Micronesia, Guam, Marianas, Palau e Filippine) dalla colonizzazione spagnola iniziata nel XV secolo. Insieme all'impero portoghese, l'impero spagnolo ha posto le basi di un commercio e di una cultura globalizzati, aprendo le grandi rotte commerciali transoceaniche. Le leggi delle Indie regolarono la vita sociale, politica ed economica delle Americhe nel corso dei secoli per proteggere i nativi indigeni delle Americhe che diedero inizio a un processo di miscegenazione che altri "cosiddetti" "Imperi" non raggiunsero mai. il mix tra spagnoli, nativi americani e neri si può vedere oggi nella maggior parte dei paesi che entrarono a far parte di quella Monarchia cattolica spagnola universale chiamata anche Impero Spagnolo.

La monarchia spagnola o l'Impero spagnolo non hanno mai creato "Colonie", ma Vicereali o province d'oltremare.

L'Impero spagnolo ha lasciato un'enorme eredità culturale, urbana e architettonica nell'emisfero occidentale. Durante il dominio spagnolo furono fondate centinaia di città e cittadine nelle Americhe. Il patrimonio tangibile comprende università, forti, città, cattedrali, scuole, ospedali, missioni, edifici governativi e residenze coloniali, molti dei quali si trovano ancora oggi. Un certo numero di strade, canali, porti o ponti attuali si trovano dove gli ingegneri spagnoli li hanno costruiti secoli fa. Le più antiche università delle Americhe sono state fondate da studiosi spagnoli e missionari cattolici. L'Impero spagnolo ha lasciato anche una vasta eredità culturale e linguistica. Con oltre 470 milioni di madrelingua oggi, lo spagnolo è la seconda lingua madre più parlata al mondo, grazie all'introduzione della lingua castigliana, "Castellano", dall'Iberia all'America spagnola, successivamente ampliata dai governi delle successive repubbliche indipendenti. Un'altra eredità culturale dell'impero spagnolo all'estero è la Chiesa cattolica, che rimane la religione principale nelle Americhe spagnole. L'eredità culturale è presente anche nella musica, nell'architettura, nella cucina e nella moda di gran parte dell'America spagnola.

La lingua spagnola (la seconda lingua più parlata al mondo) e la fede cattolica romana sono state portate in America, in alcune parti dell'Africa e nelle Indie Orientali spagnole, dalla colonizzazione spagnola iniziata nel XV secolo. Ha anche avuto un ruolo cruciale nel sostenere la Chiesa cattolica come la principale confessione cristiana in Europa quando era sotto estrema pressione.

Il lungo periodo coloniale dell'America spagnola ha portato alla mescolanza di alcuni popoli. La maggior parte degli ispanici delle Americhe ha origini miste europee e indigene. Mentre alcuni potrebbero anche avere origini africane.

Di concerto con l'Impero portoghese, l'Impero spagnolo ha gettato le basi di un commercio veramente globale aprendo le grandi rotte commerciali transoceaniche. Il dollaro spagnolo divenne la prima valuta globale del mondo.

Una delle caratteristiche di questo commercio era lo scambio di una grande varietà di piante e animali domestici tra il Vecchio e il Nuovo Mondo e viceversa. Alcuni che furono introdotti in America comprendevano grano, orzo, mele, bovini, pecore, maiali, cavalli, asini e molti altri. Il Vecchio Mondo ha ricevuto dall'America cose come mais, patate, peperoncini, pomodori, tabacco, fagioli, zucca, cacao (cioccolata), vaniglia, avocado, ananas, gomma da masticare, gomma, arachidi, anacardi, noci del Brasile, noci del Brasile, noci pecan, mirtilli, fragole, quinoa, amaranto, chia e agave. Il risultato di questi scambi, conosciuti in generale con il nome di Columbian Exchange, è stato quello di migliorare significativamente il potenziale agricolo non solo in America, ma anche in Europa e in Asia.

Pagine correlate

  • Storia della Spagna
  • Nuova Spagna
  • La colonizzazione spagnola delle Americhe
  • Leggenda nera

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3