Donald Trump

Donald John Trump (nato il 14 giugno 1946) è il 45° e attuale presidente degli Stati Uniti. Prima di diventare presidente, è stato un uomo d'affari e un personaggio televisivo. Trump è stato anche presidente e presidente della Trump Organization. Gran parte del suo denaro è stato guadagnato nel settore immobiliare a New York City, Las Vegas e Atlantic City. Era il proprietario del concorso di Miss Universo. Era la star del suo reality show The Apprentice. Nell'ottobre 2019, Trump ha cambiato il suo stato di residenza ufficiale da New York a Florida.

Nel giugno 2015, Trump ha annunciato che si sarebbe candidato alla presidenza degli Stati Uniti alle elezioni presidenziali del 2016. A partire da metà luglio, i sondaggi hanno mostrato che Trump è stato il primo candidato in campo repubblicano. Questo è stato vero anche dopo molte critiche da parte del suo partito a causa dei suoi commenti sull'immigrazione clandestina, sui musulmani e sull'ISIS. La sua campagna ha ottenuto il sostegno della maggior parte delle famiglie della classe media. Ha ottenuto l'opposizione dei Democratici, di alcuni Repubblicani, di uomini d'affari, di alcuni leader mondiali e del Papa.

Il 4 maggio 2016, Trump è diventato il candidato presunto dopo che i suoi unici sfidanti rimasti, il senatore degli Stati Uniti del Texas Ted Cruz e il governatore dell'Ohio JohnKasich, si sono ritirati. È diventato il presidente eletto il 9 novembre 2016, dopo una gara ravvicinata con l'ex segretario di Stato Hillary Clinton. Ognuno di loro aveva bisogno di 270 voti per vincere. Trump ne aveva 304, mentre Clinton ne aveva 227. È stato inaugurato come 45° presidente il 20 gennaio 2017. A 70 anni, Trump è diventato la persona più anziana ad essere diventata Presidente degli Stati Uniti.

Il 24 settembre 2019, la Presidente della Camera Nancy Pelosi ha annunciato che la Camera dei Rappresentanti avrebbe avviato un'inchiesta di impeachment su Trump. Il 31 ottobre 2019, la Camera ha votato 232-196 per stabilire le procedure per le udienze pubbliche. Il 16 dicembre, la Commissione giudiziaria della Camera ha pubblicato un rapporto che specifica le accuse di corruzione criminale e frode telematica come parte dell'accusa di abuso di potere. La Camera ha votato per incriminare Trump nel dicembre 2019, facendo di lui il terzo presidente nella storia americana ad essere incriminato. È stato assolto dal Senato nel febbraio 2020.

La prima vita

Donald John Trump è nato al Jamaica Hospital Medical Center nel Queens, New York City. È figlio di Fred Trump e di sua moglie Mary Anne (nata MacLeod). Si sono sposati nel 1936. Sua madre è nata sull'isola di Lewis, al largo della costa occidentale della Scozia. Donald era uno dei cinque figli. Il fratello maggiore di Donald, Fred Jr., è morto nel 1981 all'età di 43 anni, a causa di una dipendenza dall'alcol. La sorella di Trump, Maryanne, è giudice a New York. I genitori del padre di Trump erano immigrati tedeschi. Suo nonno, Frederick Trump, immigrò negli Stati Uniti nel 1885. Divenne un cittadino americano naturalizzato nel 1892. Frederick sposò Elisabeth Christ (10 ottobre 1880 - 6 giugno 1966) a Kallstadt, Stato della Baviera, Germania, il 26 agosto 1902. Ebbero tre figli. Studiò alla Fordham University fino al trasferimento alla University of Pennsylvania. Trump non è stato redatto durante la guerra del Vietnam. Questo fu dovuto a quattro rinvii dell'università e a un rinvio per motivi medici. In un'intervista al New York Times, ha detto che il suo differimento medico era dovuto agli speroni del tallone.

Carriera

Sviluppo alberghiero

Trump ha iniziato la sua carriera nella società immobiliare del padre, Elizabeth Trump & Son. In seguito ha rinominato la società The Trump Organization, che ha sede al 40 di Wall Street. La società si è concentrata sugli alloggi in affitto della classe media a Brooklyn, nel Queens e a Staten Island. Uno dei primi progetti di Trump, mentre era ancora all'università, fu la rivitalizzazione del complesso residenziale pignorato di Swifton Village a Cincinnati, Ohio. Suo padre lo aveva acquistato per 5,7 milioni di dollari nel 1962. Trump è stato strettamente coinvolto nel progetto. Con un investimento di 500.000 dollari, ha trasformato il complesso di 1200 unità abitative, con un tasso di posti vacanti del 66%, in un'occupazione del 100% in due anni. Nel 1972, l'organizzazione Trump ha venduto Swifton Village per 6 milioni di dollari. Trump ha sviluppato molti progetti immobiliari. Tra questi, Trump International Hotel and Tower a Honolulu, Trump International Hotel and Tower a Chicago, Trump International Hotel and Tower a Toronto e Trump Tower a Tampa. A Fort Lauderdale, in Florida, un progetto di costruzione Trump è stato messo in attesa a favore di un altro (Trump International Hotel and Tower a Fort Lauderdale). Le Trump Towers di Atlanta si stavano sviluppando nel mercato immobiliare, ma il progetto è caduto dopo la recessione del 2008 e al suo posto sono stati costruiti edifici che non appartenevano a Trump. Nel suo numero di Forbes 400 del 7 ottobre 2007, "Acreage Aces", Forbes ha valutato la ricchezza di Trump a 3 miliardi di dollari. Dal 2011, il suo patrimonio netto è stato stimato da 2 a 7 miliardi di dollari. Forbes ha stimato il suo patrimonio netto a 3,1 miliardi di dollari nel 2019.

Concorsi di bellezza

Dal 1996 al 2015, Trump è stata proprietaria di parte o di tutti i concorsi di bellezza di MissUniverso, Miss USA e Miss Teen USA.

Supporto per la lotta

Trump è un fan della WWE (World Wrestling Entertainment) e un amico del proprietario della WWE Vince McMahon. Nel 1988-89 ha ospitato WrestleMania IV e V al Boardwalk Hall (soprannominato "Trump Plaza" per la trama) e ha partecipato attivamente a diversi spettacoli. Trump è stato inserito nell'ala delle celebrità della WWE Hall of Fame nel 2013 al Madison Square Garden per il suo contributo alla promozione. La sera successiva ha fatto la sua sesta apparizione a WrestleMania.

L'apprendista

Nel 2003, Trump è diventato produttore esecutivo e conduttore del reality show della NBC The Apprentice, in cui un gruppo di concorrenti si è battuto per un lavoro manageriale di alto livello in una delle imprese commerciali di Trump. Nel 2004, Trump ha presentato una domanda di marchio per lo slogan "Sei licenziato!

Per il primo anno dello show, Trump ha guadagnato 50.000 dollari a episodio (circa 700.000 dollari per la prima stagione), ma dopo il successo iniziale dello show, è stato pagato 1 milione di dollari a episodio. In un comunicato stampa del luglio 2015, il responsabile della campagna di Trump ha dichiarato che NBCUniversal gli aveva pagato 213.606.575 dollari per le 14 stagioni in cui ha ospitato lo show.

Il 16 febbraio 2015, la NBC ha annunciato che rinnoverà The Apprentice per una quindicesima stagione. Il 27 febbraio, Trump ha dichiarato di non essere "pronto" a firmare per un'altra stagione a causa della possibilità di una corsa presidenziale. Il 29 giugno, dopo la diffusa reazione negativa derivante dal discorso di annuncio della campagna di Trump, la NBC ha rilasciato una dichiarazione dicendo: "A causa delle recenti dichiarazioni dispregiative di Donald Trump riguardo agli immigrati, la NBCUniversal sta terminando il suo rapporto d'affari con il signor Trump". Trump è stato sostituito dall'ex governatore della California e dall'attore Arnold Schwarzenegger.

Trump stringe la mano al Presidente Ronald Reagan alla Casa Bianca, 1987
Trump stringe la mano al Presidente Ronald Reagan alla Casa Bianca, 1987

Trump a New York City, 2008
Trump a New York City, 2008

Campagna presidenziale 2016

Annuncio

Trump ha annunciato formalmente la sua candidatura alla presidenza degli Stati Uniti per le elezioni del 2016 il 16 giugno 2015. L'annuncio è stato fatto alle 11 del mattino dalla sua sede centrale di Trump Tower a New York City. Trump ha lanciato la sua campagna elettorale dicendo: "Renderemo il nostro Paese di nuovo grande" con l'impegno di diventare il "più grande presidente del lavoro". Lo slogan ufficiale della campagna di Trump è "Make America Great Again". Questo era lo slogan della campagna di Ronald Reagan, ma Trump lo ha registrato. []

Il 4 maggio 2016, Trump è diventato il candidato presunto dopo che i suoi unici sfidanti, il senatore degli Stati Uniti del Texas Ted Cruz e il governatore dell'Ohio John Kasich, si sono ritirati.

Osservazioni sulla sicurezza delle frontiere e sull'immigrazione clandestina

Durante il suo discorso di annuncio ha dichiarato in parte: "Quando il Messico manda il suo popolo, non manda il meglio di sé. Mandano persone che hanno molti problemi e li portano con noi". Portano la droga. Portano il crimine. Sono stupratori. E alcuni, presumo, sono brave persone". Il 6 luglio 2015, Trump ha rilasciato una dichiarazione scritta per chiarire la sua posizione sull'immigrazione clandestina, che ha suscitato la reazione dei critici.

Idee

Trump ha descritto le sue tendenze e posizioni politiche in molti modi nel corso del tempo. Politico ha definito le sue posizioni come "eclettiche, improvvisate e spesso contraddittorie". Ha elencato diverse affiliazioni di partito nel corso degli anni, e si è candidato come candidato del Partito della Riforma. Le posizioni che ha rivisto o ribaltato includono posizioni sulla tassazione progressiva, l'aborto e il coinvolgimento del governo nell'assistenza sanitaria. Ha sostenuto i gruppi cristiani negli Stati Uniti, sostenendo che invertirà i trattamenti fiscali sfavorevoli che impediscono loro di esprimersi in campo politico e promettendo di far rivivere un uso più diffuso dell'espressione "Buon Natale" invece di "Buone Feste" nei grandi magazzini. Altre questioni che mette in evidenza sono la cura dei veterani militari, il rendere "forte" l'esercito, il bombardamento aggressivo del gruppo terrorista mediorientale ISIS, la sorveglianza di alcune moschee negli Stati Uniti, e il rendere gli accordi commerciali più favorevoli ai lavoratori americani.

Primarie

Trump è entrato in un ampio campo di candidati composto da altri 16 candidati repubblicani in campagna elettorale per la nomina, il più grande campo presidenziale della storia americana. All'inizio del 2016, la corsa era incentrata principalmente su Donald Trump e sul senatore americano Ted Cruz. Il Super Tuesday, Trump ha vinto la maggioranza dei delegati ed è rimasto in testa durante le primarie.

Finendo nel giugno 2016 con quasi 14 milioni di voti, Trump ha battuto il record di tutti i tempi per aver vinto il maggior numero di votazioni primarie nella storia del Partito Repubblicano.

Campagna generale ed elezioni

Dopo essere diventato il presunto candidato repubblicano, l'attenzione di Trump si è spostata sulle elezioni generali, esortando i restanti elettori primari a "salvare [il loro] voto per le elezioni generali". Trump ha iniziato a prendere di mira Hillary Clinton, che è diventata la presunta candidata democratica il 6 giugno 2016 dopo aver battuto Bernie Sanders alle primarie democratiche, e ha continuato a fare campagna elettorale in tutto il Paese. Clinton aveva stabilito un significativo vantaggio nei sondaggi nazionali su Trump per la maggior parte del 2016. All'inizio di luglio, il vantaggio di Clinton si è ridotto nelle medie dei sondaggi nazionali in seguito alla conclusione dell'indagine dell'FBI sulla sua controversia in corso sulle e-mail.

Il 26 settembre 2016, Donald Trump e Hillary Clinton si sono affrontati nel primo dibattito presidenziale alla Hofstra University di Hempstead, New York. Lester Holt, conduttore di NBC News, è stato il moderatore. È stato il dibattito presidenziale più seguito nella storia degli Stati Uniti. L'8 novembre 2016, Trump ha vinto la presidenza con 306 voti elettorali contro i 232 voti di Clinton, anche se Trump ha vinto una parte minore del voto popolare rispetto a Clinton. È la quarta persona a diventare presidente senza aver vinto il voto popolare. La differenza finale di voto popolare tra Clinton e Trump è che Clinton ha ottenuto un vantaggio di 2,86 milioni o 2,1 punti percentuali, dal 48,04% al 45,95%, con nessuno dei due candidati che ha raggiunto la maggioranza. La vittoria di Trump è stata considerata un grande sconvolgimento politico, in quanto quasi tutti i sondaggi nazionali dell'epoca mostravano Hillary Clinton con un modesto vantaggio su Trump, e i sondaggi statali le mostravano un modesto vantaggio per vincere il Collegio Elettorale. Nelle prime ore del 9 novembre 2016, Trump ricevette una telefonata in cui Clinton gli concedeva la presidenza. Trump ha poi pronunciato il discorso della vittoria davanti a centinaia di sostenitori all'Hotel Hilton di New York.

Transizione presidenziale

Il team di transizione di Trump è stato guidato da Chris Christie fino all'11 novembre 2016, quando il Vice Presidente eletto Mike Pence ha assunto la direzione. Tra i suoi candidati al gabinetto e ad altre cariche ci sono:

Campagna Trump a Fountain Hills, Arizona, marzo 2016
Campagna Trump a Fountain Hills, Arizona, marzo 2016

Durante le primarie, Trump (blu scuro), ha vinto 40 concorsi
Durante le primarie, Trump (blu scuro), ha vinto 40 concorsi

Trump è diventato il primo repubblicano dopo Ronald Reagan negli anni '80 a vincere gli stati di Pennsylvania, Michigan e Wisconsin
Trump è diventato il primo repubblicano dopo Ronald Reagan negli anni '80 a vincere gli stati di Pennsylvania, Michigan e Wisconsin

Reince Priebus è stato selezionato come Capo di Stato Maggiore della Casa Bianca di Trump
Reince Priebus è stato selezionato come Capo di Stato Maggiore della Casa Bianca di Trump

Rex Tillerson è stato nominato Segretario di Stato
Rex Tillerson è stato nominato Segretario di Stato

Presidente degli Stati Uniti

Il 20 gennaio 2017, Trump ha prestato giuramento da parte del presidente della Corte suprema John G. Roberts in qualità di presidente degli Stati Uniti in occasione della sua cerimonia di insediamento al Campidoglio degli Stati Uniti. Nella sua prima ora di presidenza, ha firmato diversi ordini esecutivi, tra cui quello di ridurre al minimo "l'onere economico" dell'Affordable Care Act, noto anche come Obamacare.

Il sabato successivo all'inaugurazione di Trump ci sono state massicce manifestazioni di protesta contro Trump negli Stati Uniti e in tutto il mondo, compresa la Marcia delle donne del 2017.

Il 23 gennaio 2017 Trump ha firmato l'ordine esecutivo che ritirava gli Stati Uniti dalla Trans-Pacific Partnership (TPP), un accordo commerciale tra gli Stati Uniti e undici nazioni dell'area del Pacifico - Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam - che avrebbe creato una "zona di libero scambio per circa il 40% dell'economia mondiale". Due giorni dopo, ordinò la costruzione del muro di confine con il Messico. Ha riaperto i progetti di costruzione del gasdotto Keystone XL e del Dakota Access.

Il 27 gennaio, un'ordinanza ha sospeso l'ammissione dei rifugiati per 120 giorni e ha negato l'ingresso ai cittadini di Iraq, Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen per 90 giorni, adducendo motivi di sicurezza legati al terrorismo. In seguito, l'amministrazione sembra aver invertito una parte dell'ordine, esentando di fatto i visitatori con la carta verde. Diversi giudici federali hanno emesso sentenze che hanno ridotto parte dell'ordine di immigrazione, impedendo al governo federale di deportare i visitatori già interessati.

Il 30 gennaio 2017, Trump ha licenziato il sostituto procuratore generale Sally Yates a causa delle sue critiche alla sospensione dell'immigrazione di Trump. Il 31 gennaio 2017, Trump ha nominato il giudice Neil Gorsuch alla Corte Suprema degli Stati Uniti per sostituire il defunto giudice Antonin Scalia.

Dopo che il Wall Street Journal ha riferito che il consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, Michael T. Flynn, il 13 febbraio 2017, è stato indagato dagli agenti del controspionaggio statunitense per le sue comunicazioni con i funzionari russi, Flynn si è dimesso il 13 febbraio 2017. Due giorni dopo, il 15 febbraio, il 15 febbraio, il Segretario del Lavoro di Trump, il candidato laburista Andrew Puzder, ha ritirato la sua nomina per non avere il sostegno dei Democratici o dei Repubblicani per confermare la sua nomina.

Il 7 aprile 2017, Trump ha ordinato il lancio di 59 missili da crociera Tomahawk dal Mar Mediterraneo verso la Siria, puntati sulla base aerea di Shayrat come reazione all'attacco chimico del Khan Shaykhun.

Il 3 maggio 2017, Porto Rico ha presentato istanza di fallimento dopo un debito massiccio e un'economia debole. Si tratta del più grande caso di bancarotta nella storia americana.

Il 4 maggio 2017, l'American Health Care Act del 2017 (AHCA) è stato approvato in modo restrittivo per sostituire e abrogare l'Obamacare dalla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti con un voto di 217 a 213, inviando il disegno di legge al Senato per il voto. Questa è la seconda volta che l'AHCA è stato votato alla Camera, poiché la prima versione non è stata approvata dalla Camera nel marzo 2017.

Il 9 maggio 2017, Trump ha licenziato il direttore dell'FBI James Comey dopo aver chiesto, secondo quanto riferito, maggiori informazioni e finanziamenti per le indagini sull'interferenza russanelle elezioni americane del 2016. La Casa Bianca ha dichiarato che ciò non era vero e che Trump ha licenziato Comey per porre fine all'indagine.

Il 1° giugno 2017 ha annunciato che gli Stati Uniti si ritireranno dall'accordo di Parigi sul clima, facendo degli Stati Uniti una delle tre sole nazioni, tra cui Siria e Nicaragua, a farlo. Il 16 giugno 2017, il presidente Trump ha annunciato che "cancellerà" gli accordi di Obama con Cuba, esprimendo al contempo la possibilità di negoziare un nuovo accordo tra il governo cubano e quello statunitense.

Il 12 luglio 2017, il rappresentante californiano Brad Sherman ha formalmente introdotto un articolo di impeachment, H. Res. 438, che accusa il presidente di aver ostacolato la giustizia in merito alle indagini sull'interferenza russa nelle elezioni presidenziali del 2016. Il 26 luglio 2017, Trump ha twittato che "il Governo degli Stati Uniti non accetterà o permetterà a individui transgender di servire a qualsiasi titolo nelle forze armate statunitensi". Le nostre forze armate devono essere concentrate sulla vittoria decisiva e schiacciante e non possono essere gravate dagli enormi costi medici e dai disagi che i transgender nell'esercito comporterebbero". Trump ha citato il presunto "disturbo" e gli "enormi costi medici" derivanti dall'avere membri transgender al servizio. I sondaggi hanno mostrato che il rating di approvazione del Presidente era al 41%, mentre quello di Clinton era solo al 39% nel luglio 2017.

Tra l'11 e il 12 agosto 2017, Trump ha supervisionato il violento raduno della supremazia bianca a Charlottesville, in Virginia, per la rimozione delle statue confederate. Trump non si è espresso esplicitamente contro i nazionalisti bianchi, condannando invece "l'odio, il bigottismo e la violenza da più parti", inducendo la gente a pensare che non abbia adottato un approccio duro nei confronti del razzismo. Alla fine di agosto, Trump ha drammaticamente intensificato le tensioni contro la Corea del Nord, avvertendo che ulteriori minacce contro gli Stati Uniti saranno accolte con "fuoco e furia come il mondo non ha mai visto". Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha poi minacciato di dirigere il prossimo test missilistico del Paese verso Guam. Trump ha risposto che se la Corea del Nord prendesse provvedimenti per attaccare Guam, "accadrebbero loro cose che non avrebbero mai pensato possibili".

Nel settembre 2017, Trump ha controverso l'annullamento dell'Azione Differita per gli Arrivi Infantili o "DACA", che ha eliminato le protezioni per i bambini immigrati e i sussidi. La decisione è stata annunciata dal Procuratore generale Jeff Sessions. Due ingiunzioni nel gennaio e febbraio 2018 hanno permesso il rinnovo delle domande e hanno fermato il rinvio del DACA, e nell'aprile 2018 un giudice federale ha ordinato l'accettazione di nuove domande, che sarebbero entrate in vigore tra 90 giorni.

Il 29 settembre 2017, il Segretario della Sanità e dei Servizi Umani Tom Price si è dimesso dopo aver utilizzato i soldi dei contribuenti per i viaggi privati.

Il 3 ottobre Trump ha visitato Puerto Rico dopo essere stato danneggiato dall'uragano Maria e il giorno dopo ha visitato Las Vegas per visitare le vittime della sparatoria di Las Vegas.

Nel dicembre 2017, Trump ha firmato il Tax Cuts and Jobs Act del 2017, che ha ridotto l'aliquota dell'imposta sulle società al 21%, ha abbassato le aliquote delle imposte personali, ha aumentato il credito d'imposta per i figli, ha raddoppiato la soglia dell'imposta patrimoniale a 11,2 milioni di dollari e ha limitato la detrazione fiscale statale e locale a 10.000 dollari.

Nel febbraio 2018, Trump ha elogiato il disegno di legge per l'aumento degli stipendi per milioni, dopo gli annunci di bonus da parte di molte aziende. Questi bonus sono stati criticati dagli oppositori del disegno di legge come acrobazie pubblicitarie, e gli economisti hanno detto che molti di loro sarebbero accaduti comunque a causa della bassa disoccupazione.

Nel marzo 2018, Trump ha licenziato il segretario di Stato americano Rex Tillerson e lo ha sostituito con il direttore della Central Intelligence Agency Mike Pompeo. Più tardi quel mese, la Casa Bianca confermò che il Presidente Trump avrebbe accettato l'invito a un incontro da parte di Kim Jong-un. La segretaria della stampa Sarah Huckabee Sanders ha detto che "nel frattempo, tutte le sanzioni e la massima pressione devono rimanere".

A partire dal marzo 2018, Trump è, secondo quanto riferito, un "soggetto" dell'indagine di Robert Mueller sull'interferenza russa nelle elezioni americane del 2016, il che significa che la sua condotta è sotto esame, ma non un "bersaglio" che indicherebbe la probabilità di accuse penali.

Nell'aprile 2018, Trump ha ospitato la sua prima cena di Stato in onore del Presidente francese Emmanuel Macron e di sua moglie Brigitte Macron.

Nel maggio 2018, Trump ha annunciato su Twitter che il 12 giugno 2018 incontrerà il leader supremo della Corea del Nord Kim Jong-un a Singapore per i colloqui di pace.

Il 18 dicembre 2019, la Camera dei rappresentanti ha votato per l'impeachment di Trump per abuso di potere e ostruzione del Congresso. Il 5 febbraio 2020, il Senato ha dichiarato Trump non colpevole di tutte le accuse.

Il presidente Trump presta giuramento
Il presidente Trump presta giuramento

Trump e il Vice Presidente Mike Pence parlano dell'immigrazione con il Segretario John F. Kelly, gennaio 2017
Trump e il Vice Presidente Mike Pence parlano dell'immigrazione con il Segretario John F. Kelly, gennaio 2017

Il Presidente Trump riceve una giacca di volo dalla NASA alla Casa Bianca, marzo 2017
Il Presidente Trump riceve una giacca di volo dalla NASA alla Casa Bianca, marzo 2017

Il Presidente Trump scrive una lettera a un soldato durante il rotolo di uova di Pasqua 2017 alla Casa Bianca
Il Presidente Trump scrive una lettera a un soldato durante il rotolo di uova di Pasqua 2017 alla Casa Bianca

Il presidente Trump con il re Salman e il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi a Riyadh, Arabia Saudita, maggio 2017
Il presidente Trump con il re Salman e il presidente egiziano Abdel Fattah el-Sisi a Riyadh, Arabia Saudita, maggio 2017

Riproduci media Le osservazioni del Presidente Trump sugli eventi riguardanti il raduno del 2017 Unite the Right a Charlottesville, Virginia, agosto 2017
Riproduci media Le osservazioni del Presidente Trump sugli eventi riguardanti il raduno del 2017 Unite the Right a Charlottesville, Virginia, agosto 2017

Trump parla in una cerimonia commemorativa dell'11 settembre al Pentagono
Trump parla in una cerimonia commemorativa dell'11 settembre al Pentagono

Trump con il Vice Presidente Mike Pence che firma un disegno di legge sui finanziamenti della NASA, dicembre 2017
Trump con il Vice Presidente Mike Pence che firma un disegno di legge sui finanziamenti della NASA, dicembre 2017

Trump al suo primo discorso di Stato dell'Unione, gennaio 2018
Trump al suo primo discorso di Stato dell'Unione, gennaio 2018

Imágenes principales

Trump ha annunciato il suo progetto di candidarsi per un secondo mandato presentando la domanda alla FEC entro poche ore dall'assunzione della presidenza. Questo ha trasformato la sua commissione elettorale del 2016 in una rielezione al 2020. Trump ha segnato l'inizio ufficiale della campagna elettorale con un raduno a Melbourne, in Florida, il 18 febbraio 2017, a meno di un mese dall'insediamento.

A gennaio 2018, il comitato di rielezione di Trump aveva in mano 22 milioni di dollari, e aveva raccolto un totale di oltre 67 milioni di dollari entro dicembre 2018. Nel quarto trimestre del 2018 sono stati spesi 23 milioni di dollari, poiché Trump ha sostenuto vari candidati repubblicani per le elezioni di metà mandato del 2018. Il 18 giugno 2019 ha lanciato una campagna elettorale ufficiale per la rielezione a Orlando, in Florida.

Alle primarie del 2020, Trump sta affrontando le sfide primarie dell'ex governatore del Massachusetts Bill Weld e dell'ex rappresentante degli Stati Uniti Joe Walsh. Anche l'ex governatore della Carolina del Sud ed ex rappresentante degli Stati Uniti Mark Sanford ha fatto campagna contro di lui, ma si è ritirato dalla corsa.


[{
[96471-96471]}]


Trump al raduno della sua campagna elettorale per la rielezione a Orlando, Florida, giugno 2019

Vita personale

Trump ha cinque figli da tre matrimoni, e ha otto nipoti. Trump è un presbiteriano. Da bambino ha iniziato ad andare in chiesa nella Prima Chiesa Presbiteriana in Giamaica, nel Queens.

Matrimoni

Trump ha sposato la sua prima moglie, la modella ceca Ivana Zelníčková, il 7 aprile 1977, nella Marble Collegiate Church di Manhattan. Hanno avuto tre figli: il figlio Donald Trump Jr. (nato il 31 dicembre 1977), la figlia Ivanka (nata il 30 ottobre 1981) e il figlio Eric (nato il 6 gennaio 1984). Ivana è diventata cittadina statunitense naturalizzata nel 1988. All'inizio del 1990, il matrimonio travagliato di Trump con Ivana e la relazione con l'attrice Marla Maples erano stati riportati dai tabloid. [] Hanno divorziato nel 1992.

Trump ha sposato la sua seconda moglie, l'attrice Marla Maples, nel 1993. Hanno avuto una figlia insieme, Tiffany (nata il 13 ottobre 1993). La coppia si è separata nel 1997 e ha divorziato nel 1999. Nel 1998, Trump ha iniziato una relazione con la modella slovena Melania Knauss, che è diventata la sua terza moglie. Si sono fidanzati nell'aprile 2004 e si sono sposati il 22 gennaio 2005, presso la chiesa episcopale di Bethesda-by-the-Sea, a Palm Beach, in Florida. Nel 2006, Melania è diventata una cittadina statunitense naturalizzata. Il 20 marzo 2006, ha dato alla luce il loro figlio, che hanno chiamato Barron Trump.

Salute

Un rapporto medico del suo medico, Harold Bornstein MD, ha mostrato che la pressione sanguigna, il fegato e la funzione tiroidea di Trump erano nella norma. Trump dice che non ha mai fumato sigarette o consumato altre droghe, compresa la marijuana. Egli inoltre non beve alcolici, una decisione dopo la morte di suo fratello causata dall'alcolismo. Il suo IMC, secondo la sua visita del dicembre 2016 al dottor Oz, è poco meno di 30 anni, che è "alto".

Nel febbraio 2019, un nuovo test medico ha scoperto che Trump era clinicamente obeso. In seguito gli fu diagnosticata una malattia coronarica.

Il 1° ottobre 2020, Trump ha annunciato su Twitter che lui e sua moglie sono risultati positivi al COVID-19. È stato ricoverato per un breve periodo al Walter Reed National Military Medical Center.

La famiglia Trump a un raduno della campagna elettorale a Des Moines, Iowa, febbraio 2016
La famiglia Trump a un raduno della campagna elettorale a Des Moines, Iowa, febbraio 2016

Trump mentre era ricoverato al Walter Reed National Military Medical Center con COVID-19 il 3 ottobre 2020
Trump mentre era ricoverato al Walter Reed National Military Medical Center con COVID-19 il 3 ottobre 2020


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3