Età dell'Illuminismo

L'Età dell'Illuminismo fu un movimento culturale del XVIII secolo in Europa. Era più popolare in Francia, dove i suoi leader includevano filosofi come Voltaire e Denis Diderot. Diderot aiutò a diffondere le idee dell'Illuminismo scrivendo l'Encyclopédie, la prima grande enciclopedia disponibile per tutti. L'Illuminismo crebbe in parte dalla precedente rivoluzione scientifica e dalle idee di René Descartes.

Idee illuministiche

L'idea più importante dell'Illuminismo era che tutte le persone possono ragionare e pensare da sole. Per questo motivo, le persone non dovrebbero credere automaticamente a ciò che dice un'autorità. Le persone non devono nemmeno credere a quello che insegnano le chiese o a quello che dicono i preti. Questa era un'idea molto nuova a quel tempo.

Un'altra idea importante era che una società è migliore quando tutti lavorano insieme per crearla. Anche le persone con poco potere o denaro dovrebbero avere gli stessi diritti dei ricchi e potenti per aiutare a creare la società in cui vivono. La nobiltà non dovrebbe più avere diritti o privilegi speciali.

Queste erano idee molto nuove all'epoca. Erano anche pensieri pericolosi per le persone al potere. Molti filosofi illuministi furono messi in prigione o furono costretti a lasciare i loro paesi d'origine.

Effetti

Molti dei padri fondatori degli Stati Uniti credevano nelle idee dell'Illuminismo. Per esempio, l'idea che il compito di un governo è quello di beneficiare tutto il popolo di un paese, non solo le persone al potere, era molto importante per loro. Hanno fatto di questa idea di un governo "per il popolo" una delle parti più importanti della nuova Costituzione degli Stati Uniti e del nuovo governo americano che hanno creato.

Le idee dell'Illuminismo furono importanti anche per le persone che combatterono nella rivoluzione francese del 1789.

In alcuni paesi, re e regine presero alcune delle idee dell'Illuminismo e fecero dei cambiamenti ai loro governi. Tuttavia, mantenevano ancora il potere per se stessi. Questi re e regine furono chiamati "despoti illuminati". Alcuni esempi sono Caterina la Grande di Russia, Federico il Grande di Prussia e Gustavo III di Svezia.

Durante l'Età dei Lumi, quando sempre più persone cominciarono ad usare la ragione, alcuni cominciarono a non essere d'accordo con l'idea che Dio avesse creato il mondo. Questo causò conflitti e, più tardi, la guerra.

Molte idee che sono importanti oggi sono state create durante l'Illuminismo. Esempi di queste idee includono:

  • La libertà, la democrazia e la ragione dovrebbero essere le cose più importanti in una società.
  • Tutti in una società dovrebbero avere gli stessi diritti. Ogni governo dovrebbe avere un contratto che promette che le persone avranno questi diritti.
  • La gente dovrebbe risolvere i problemi con il razionalismo e il metodo scientifico, invece di cercare risposte dalla religione
  • Gli scrittori e i filosofi dovevano essere liberi di cercare la verità, anche se non erano d'accordo con le idee delle persone al potere come l'aristocrazia.
  • Nessuno dovrebbe essere obbligato a seguire una certa religione. Ci dovrebbe essere libertà di religione e le persone dovrebbero accettare gli altri che seguono religioni diverse.

Le idee dell'Illuminismo sul pensare con la ragione, avere libertà personali e non dover seguire la Chiesa cattolica sono state importanti per la creazione del capitalismo e del socialismo.

Importanti figure dell'Illuminismo

Le persone importanti dell'Illuminismo provenivano da molti paesi diversi e condividevano le idee in molti modi diversi. Alcune delle figure illuministe più note, organizzate per paese d'origine, sono:

Inglese

  • John Locke (1632-1704): Filosofo inglese conosciuto come il padre dell'empirismo moderno e il padre del liberalismo. Le sue idee furono molto importanti per Thomas Jefferson e i Padri Fondatori quando scrissero la Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti. Le idee di Locke sui diritti delle persone alla "vita, alla libertà e alla ricerca della felicità" erano particolarmente importanti e appaiono nella Dichiarazione d'Indipendenza.
  • Thomas Paine (1737-1809): Scrittore, deista, repubblicano radicale e polemista. È famoso soprattutto per aver scritto un pamphlet chiamato Common Sense, che diceva che all'Inghilterra non doveva essere permesso di controllare le colonie in America. Paine scrisse anche L'età della ragione, una critica della Bibbia, e I diritti dell'uomo, che difendeva la rivoluzione francese.

Francese

  • Voltaire (nato François-Marie Arouet) (1694-1778): Filosofo, scrittore, drammaturgo e deista. Litigò con la Chiesa cattolica e il governo francese. A causa di questo, fu messo in prigione ed esiliato dalla Francia. Scrisse molti libri diversi sulla filosofia, opere teatrali e storie. Le sue idee furono importanti per la Rivoluzione Francese. Molte persone consideravano il XVIII secolo come il "siècle de Voltaire" (il "Secolo di Voltaire").
  • Jean-Jacques Rousseau (1712-1778): Filosofo, scrittore e insegnante francese nato in Svizzera. Le sue critiche allo Stato francese furono tra le più forti del suo tempo. Nel suo libro Emile, o Sull'educazione, scrisse molte delle sue opinioni sull'educazione. È anche una figura del Contro-illuminismo.
  • Barone di Montesquieu (1689-1755): Un pensatore politico. È famoso per i suoi scritti sulla separazione dei poteri. Oggi, questa idea è molto comune e fa parte di molte costituzioni in tutto il mondo.
  • Denis Diderot (1713-1784): scrisse l'Encyclopédie, che comprendeva 28 libri diversi. In questi libri, scrisse su tutti i diversi tipi di apprendimento.

Americano

  • Thomas Jefferson (1743-1826): Statista, filosofo politico e deista. Fu un patriota, combattendo contro l'Inghilterra, durante la rivoluzione americana. Ha aiutato a scrivere la Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti (1776) e la Costituzione degli Stati Uniti (1787).
  • Benjamin Franklin (1706-1790): Statista, autore, scienziato e poeta. Fu anche un patriota durante la rivoluzione americana e aiutò a scrivere la Dichiarazione d'Indipendenza e la Costituzione. Franklin fu la prima persona a capire i fulmini e lavorò come funzionario pubblico a Filadelfia.

Tedesco

  • Immanuel Kant (1724-1804): Filosofo, scrittore e fisico prussiano (tedesco). Fu una delle persone più importanti dell'Illuminismo tedesco. Tra il 1781 e il 1790, Kant scrisse tre libri importanti nella storia della filosofia: Critica della ragion pura, Critica della ragion pratica e Critica del giudizio.
  • Gottfried Leibniz (1646-1716): Filosofo e matematico che ha creato il calcolo. Fu un altro leader dell'Illuminismo tedesco.
  • Christian Wolff (1679-1754): Un filosofo che continuò il lavoro di Leibniz.

Scozzese

  • David Hume (1711-1776): Storico, filosofo ed economista scozzese. Le sue idee furono importanti per Immanuel Kant e Adam Smith.
  • Adam Smith (1723-1790): Economista e filosofo. Ha scritto La ricchezza delle nazioni. In questo famoso libro, sostenne che la ricchezza non era denaro, ma proveniva dal capitale e dal lavoro. A volte si pensa che abbia creato la teoria economica del laissez-faire. I suoi libri hanno portato molti cambiamenti nel mondo occidentale.

Svedese

  • Emanuel Swedenborg (1688-1772): Filosofo naturale e teologo che cercò di capire come funzionava l'anima nel corpo.

AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3