Capasanta

Una capasanta è un mollusco bivalve marino della famiglia Pectinidae. Le capesante vivono in tutti gli oceani del mondo.

Questa è una delle più grandi famiglie di bivalvi viventi. Ci sono più di 300 specie viventi di capesante. Il loro principale adattamento è la capacità di nuotare battendo insieme le loro valvole. In questo modo sfuggono alla maggior parte dei loro predatori.

Hanno una buona reputazione come fonte di cibo. Come bivalvi hanno una conchiglia a cerniera; ogni metà è conosciuta come una valvola. La valvola inferiore è di solito bianca (circa il 95%). Può anche essere arancione (4%) o giallo limone (1%).

Il nome "capasanta" deriva dal francese antico escalope, che significa "conchiglia". Le loro conchiglie possono essere larghe fino a 15 centimetri (6 pollici).

Argopecten irradians , la capasanta della baia atlantica
Argopecten irradians , la capasanta della baia atlantica

Foto macro di una capasanta che mostra alcuni dei suoi 110+ occhi blu brillante
Foto macro di una capasanta che mostra alcuni dei suoi 110+ occhi blu brillante

Caratteristiche principali

1. La loro capacità di nuotare. Tuttavia, alcune specie si attaccano alle rocce da adulti tramite un filamento. La maggior parte delle specie giace su letti di sabbia e nuota via quando viene toccata da una stella marina o da un altro predatore.

2. Hanno occhi intorno ai bordi del loro mantello. I loro occhi non possono vedere le forme, ma possono rilevare i cambiamenti di luce e di movimento. Gli occhi delle capesante che circondano il bordo della conchiglia rilevano gli oggetti in movimento quando passano davanti agli occhi successivi.

3. Forma semicircolare e rigata del guscio. Le valvole sono simili, e si incastrano strettamente per fare un guscio aderente.

4. Ad un certo punto della loro vita, tutte le capesante hanno una cresta di piccoli denti vicino alla tacca dove esce il bisso negli altri bivalvi. Questo è chiamato ctenolio. La sua importanza è che solo le capesante lo hanno, e può essere visto nei fossili. Questo dice ai paleontologi quando hanno una capasanta fossile.

Schema anatomico di una tipica capasanta ermafrodita con la valvola sinistra (superiore) rimossa
Schema anatomico di una tipica capasanta ermafrodita con la valvola sinistra (superiore) rimossa

Muscoli

Le capesante hanno un muscolo adduttore centrale. Questo è lo stesso delle vere ostriche (famiglia Ostreidae). L'interno della loro conchiglia ha una cicatrice al centro. Questo mostra dove questo muscolo si attacca alla conchiglia. Il muscolo adduttore delle capesante è più grande e più sviluppato di quello delle ostriche. Questo è dovuto al fatto che nuotano.

Cibo e digestione

La maggior parte delle capesante sono filtratori. Si nutrono di plancton. Il plancton a volte contiene larve di capesante. I sifoni portano l'acqua su una struttura filtrante. Il muco intrappola il cibo. Poi, le ciglia della struttura spostano il cibo verso la bocca. Poi, la capasanta digerisce il cibo nello stomaco e nella ghiandola digestiva. I rifiuti passano attraverso l'intestino ed escono attraverso l'ano.

Ciclo di vita

Alcune capesante, come la capasanta atlantica Argopecten irradians non vivono a lungo. Altri possono vivere 20 anni o più. Si può stimare la loro età dagli annuli, gli anelli concentrici sulle loro conchiglie.

La famiglia delle capesante è insolita a causa della varietà di accordi per la riproduzione sessuale. In alcune specie, una capasanta ha un solo sesso. Sono o maschi o femmine. Altre specie sono ermafroditi, quindi una singola capasanta ha entrambi gli organi riproduttivi maschili e femminili allo stesso tempo. Alcune capesante sono maschi quando sono giovani e diventano femmine quando crescono.

La bottarga rossa proviene da capesante femmine. La bottarga bianca proviene dai maschi. Le capesante rilasciano liberamente spermatozoi e ovuli nell'acqua durante la stagione degli amori. Gli ovuli fecondati affondano sul fondo. La capasanta immatura si schiude dopo alcune settimane. Le larve vanno alla deriva nel plancton fino a quando non vanno di nuovo sul fondo per crescere. Possono attaccarsi per mezzo di fili bissali.

Record di fossili

Ci sono molte specie di Pectinidae, viventi e fossili. I veri Pectinidae (quelli con un ctenolo) apparvero per la prima volta nel Triassico superiore o medio oltre 200 milioni di anni fa (mya), e forse già da 240 mya.

La famiglia Pectinidae aveva un gran numero di specie nell'era Mesozoica, ma sono quasi scomparse alla fine del periodo Cretaceo. I sopravvissuti si sono evoluti rapidamente durante il Terziario. Ci sono quasi 7.000 specie e sottospecie per i Pectinidae fossili e recenti.

Evoluzione

L'evoluzione dei bivalvi che nuotano è una conseguenza della cosiddetta "rivoluzionemarina mesozoica". Nell'era mesozoica i predatori dei fondali marini evolsero varie nuove forme che si nutrivano degli abbondanti molluschi (brachiopodi e bivalvi). Questi predatori sono ancora oggi abbondanti: sono soprattutto le stelle marine, i gasteropodi e i granchi.

Ogni predatore ha i suoi metodi. I granchi rompono le conchiglie con la forza. Alcuni gasteropodi fanno dei buchi nella conchiglia e mettono una sostanza paralizzante o rilassante; altri lavorano su piccole crepe nel bordo della conchiglia. Una volta entrata la loro proboscide, mangiano il mollusco.

Le stelle marine sono i predatori più comuni. Le conchiglie dei brachiopodi e dei bivalvi sono tenute insieme da forti muscoli. Quello che fa la stella di mare è afferrarli su entrambi i lati con i suoi piedi a tubo, e applicare una trazione costante. La stella di mare, con i suoi muscoli e il suo sistema idraulico, può tirare molto più a lungo di quanto qualsiasi muscolo bivalve possa sopportare. Apparentemente, dieci minuti sono sufficienti per aprire un po' la conchiglia. Poi la stella marina fa scivolare il suo stomaco dentro la conchiglia. Lo stomaco può passare attraverso una fessura di 0,1 mm. La stella marina poi dissolve il mollusco dove vive, assorbendo le sostanze nutritive.

Di conseguenza, c'era un grande vantaggio riproduttivo per qualsiasi preda che avesse anche la minima difesa da questi predatori. Molti molluschi svilupparono gusci extra-resistenti. Alcuni hanno scavato nella sabbia. Le capesante devono aver avuto qualche movimento elementare, che si è sviluppato rapidamente sotto selezione. Sono diventati estremamente comuni nel Mesozoico. Ci sono altri metodi usati da alcuni pettinini. Chlamys hastata porta spesso spugne sul suo guscio. È una specie di mutualismo. La spugna rende difficile alle stelle di mare mettere i loro piedi a tubo, e camuffa Chlamys hastata dai predatori.

Quando le capesante si spostano dalla sabbia sono aperte a nuovi predatori come le razze, che pattugliano appena sopra il fondo dell'oceano. Possono anche essere raccolti dagli uccelli marini che aprono le conchiglie facendole cadere sulla roccia. Evidentemente il vantaggio principale sta nell'allontanarsi dalle stelle di mare, che sono molto numerose negli habitat inshore e sulle piattaforme continentali.

Origini

Gli studi hanno dimostrato che la famiglia Pectinidae è monofiletica, sviluppandosi da un unico antenato comune. Gli antenati diretti dei Pectinidae erano bivalvi simili a capesante della famiglia Entoliidae.

Come cibo

Pesca selvaggia e acquacoltura

La più grande pesca di capesante selvatiche è quella della capasanta atlantica (Placopecten magellanicus) al largo degli Stati Uniti nord-orientali e del Canada orientale. La maggior parte del resto della produzione mondiale di capesante proviene dal Giappone (selvatiche, migliorate e da acquacoltura) e dalla Cina (soprattutto capesante atlantiche coltivate). Nel 2005, la Cina rappresentava l'80% della cattura globale di capesante e pecten, secondo uno studio della Food and Agriculture Organization (FAO).

Cucina

Le capesante sono popolari nella cucina orientale e occidentale. Hanno due tipi di carne in una sola conchiglia. Il muscolo adduttore è bianco e carnoso. La bottarga, chiamata "corallo", è rossa, arancione o bianca e morbida.

Nella cucina occidentale, le capesante sono spesso saltate nel burro, o impanate e fritte. Il bisso (chiamato anche barba) è spesso duro. Di solito viene scartato o utilizzato in seguito per il brodo. A volte, i mercati vendono capesante già preparate nel guscio, con solo il muscolo adduttore. Fuori dagli Stati Uniti la capasanta è spesso venduta intera, e la gente mangia il muscolo adduttore e la bottarga.

Nella cucina giapponese, le capesante possono essere servite in zuppa o preparate come sashimi o sushi. In un sushi bar, hotategai (帆立貝, 海扇) è la tradizionale capasanta su riso. Kaibashira (貝柱) potrebbe essere la capasanta, ma può anche essere il muscolo adduttore di qualsiasi tipo di mollusco, come cozze, ostriche o vongole. Nella cucina cinese cantonese la capasanta essiccata è chiamata conpoy (乾瑤柱, 乾貝, 干貝).

·        

Carne del muscolo adduttore della capasanta gigante

·        

Capesante al vapore alla taiwanese

·        

Una capasanta alla griglia accanto alle salsicce in Giappone

Symbolism

Conchiglia di San Giacomo

La conchiglia di capasanta è l'emblema tradizionale di Giacomo, figlio di Zebedeo. È popolare tra i pellegrini che percorrono il Cammino di Santiago verso il santuario dell'apostolo a Santiago de Compostela in Spagna.

Simbolo di fertilità

Nel corso dell'antichità, le capesante e altre conchiglie incernierate hanno simboleggiato il principio femminile. Molti dipinti di Venere, la dea romana dell'amore e della fertilità, includevano una conchiglia nel dipinto per identificarla. Questo è chiaro nell'ispirazione classica di Botticelli, La nascita di Venere

Usare come design

L'araldica includeva il simbolo della conchiglia a capasanta come distintivo per le persone che avevano fatto il pellegrinaggio a Compostela. Più tardi divenne un simbolo di pellegrinaggio in generale. Lo stemma di famiglia di Winston Churchill include le capesante. Tuttavia, i simboli nell'araldica non hanno sempre lo stesso significato. A volte nessun membro della famiglia è stato in pellegrinaggio, ma ci sono ancora capesante sullo stemma.

Più di 45 comuni di Francia hanno una o più conchiglie di capasanta sul loro stemma.

Lo stato americano di New York ha avuto la capasanta atlantica come conchiglia di stato dal 1988. Nel design, i bordi smerlati o le creste significano un motivo ondulato che ricorda il bordo della conchiglia di una capasanta. La compagnia petrolifera Shell ha un logo con una conchiglia capasanta dal 1904.

Un pellegrino con una conchiglia di capasanta
Un pellegrino con una conchiglia di capasanta

Afrodite in una conchiglia marina, ora al Louvre
Afrodite in una conchiglia marina, ora al Louvre

Una conchiglia a capasanta come dispositivo araldico su uno stemma tedesco
Una conchiglia a capasanta come dispositivo araldico su uno stemma tedesco


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3