YouTube

YouTube è un sito di condivisione video gratuito su internet. Il sito permette alle persone di caricare, visualizzare e condividere video. YouTube ha iniziato il 14 febbraio 2005 da tre ex lavoratori di PayPal. Ora, Google (una società di motori di ricerca) possiede e gestisce YouTube. YouTube ora porta pubblicità a pagamento su tutte le pagine.

I video possono essere valutati con "mi piace" o "non mi piace", e gli spettatori possono iscriversi ai canali che gli piacciono. I video possono essere commentati se gli spettatori accedono ai loro account. Viene mostrato il numero di volte che un video è stato guardato (noto come "views").

Molti tipi diversi di video possono essere messi sul sito web, come contenuti educativi, animazioni ed eventi.

Storia

Il 14 febbraio 2005, tre ex lavoratori di PayPal hanno fondato il sito. Nel novembre 2006, Google ha acquistato YouTube. Nel 2012, è stata creata un'applicazione iOS per YouTube. Hanno cambiato il loro logo nel 2017.

Caratteristiche

Video

YouTube aveva bisogno del plug-in Adobe Flash Player per riprodurre i video in passato. Tuttavia, nel gennaio 2010, YouTube ha provato a utilizzare le caratteristiche integrate del browser web (HTML5) in modo che le persone non avessero bisogno di usare Adobe Flash Player per guardare i video.

Tutti gli utenti di YouTube possono caricare video di 15 minuti. Gli utenti che hanno usato il sito per un tempo sufficiente e seguono le regole possono caricare video lunghi 12 ore. Un utente deve però verificare l'account per farlo. Tutti potevano caricare video lunghi quando YouTube ha iniziato, ma nel marzo 2006 è stato inserito un limite di dieci minuti. Il limite è stato cambiato a 15 minuti nel luglio 2010. La maggior parte dei formati video può essere caricata su YouTube, e i video possono essere caricati anche dai telefoni cellulari.

Banning

YouTube è bloccato in molte scuole perché permette ai bambini di cercare video che potrebbero distrarli dalle lezioni. Alcuni altri siti di social network e di giochi sono bloccati per lo stesso motivo. Ma ad un livello più alto delle scuole (e nei posti di lavoro), alcuni governi hanno bloccato l'accesso a YouTube al pubblico del loro paese. Le loro ragioni variano.

Iran

Il 3 dicembre 2006, il governo dell'Iran ha bloccato YouTube e diversi altri siti per impedire la visione di film e musica da altri paesi.

Turchia

La Turchia ha bloccato YouTube il 6 marzo 2007 per aver permesso di mostrare video meschini o discriminatori nei confronti dei turchi e di Atatürk, il fondatore della Turchia moderna. A causa di una "guerra virtuale" tra greci, armeni, curdi e turchi su YouTube, persone di ogni parte hanno pubblicato video per ferire l'altro. Il video che ha causato il divieto diceva che i turchi e Atatürk erano gay. Il video è stato menzionato per la prima volta sulla CNN turca e il pubblico ministero di Istanbul ha citato in giudizio YouTube per essere stato cattivo con i turchi. Il tribunale ha sospeso l'accesso a YouTube in attesa della rimozione del video. Il divieto è stato molto criticato. Gli avvocati di YouTube hanno inviato la prova della rimozione al tribunale e gli utenti hanno potuto accedere di nuovo al sito web il 9 marzo 2007.

Thailandia

Durante la settimana dell'8 marzo, YouTube è stato bloccato in Thailandia. Molti blogger (persone che hanno un "diario" online) hanno creduto che il motivo per cui YouTube è stato bloccato fosse a causa di un video del discorso dell'ex primo ministro Thaksin Shinawatra sulla CNN. Tuttavia, il governo non ha confermato o dato ragioni per il divieto. YouTube è stato sbloccato il 10 marzo.

La notte del 3 aprile, YouTube è stato nuovamente bloccato in Thailandia. Il governo ha detto che era a causa di un video sul sito che ha detto che era "insultante" per il re Bhumibol Adulyadej. Il ministero delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione ha affermato che avrebbe sbloccato YouTube in pochi giorni, dopo che i siti web con riferimenti a questo video sono stati bloccati invece che l'intero sito. Il ministro delle comunicazioni Sitthichai Pookaiyaudom ha detto: "Quando decideranno di ritirare il clip, ritireremo il divieto". Poco dopo questo incidente il blog di tecnologia internet Mashable è stato bandito dalla Thailandia per la segnalazione delle clip di YouTube in questione.

La causa del modello brasiliano e il divieto che è venuto dopo

YouTube è stato citato in giudizio dalla modella brasiliana e MTV VJ Daniela Cicarelli (meglio conosciuta come l'ex fidanzata di Ronaldo) perché dice che il sito sta rendendo disponibile un video fatto da un paparazzo (o fotografo di celebrità), in cui lei e il suo fidanzato fanno sesso su una spiaggia spagnola. La causa dice che YouTube deve essere bloccato in Brasile finché tutte le copie del video non saranno rimosse. Sabato 6 gennaio 2007, un'ingiunzione legale (comando) ha ordinato di mettere dei filtri per impedire agli utenti in Brasile di andare sul sito web.

L'efficacia della misura è stata messa in discussione, dato che il video non è disponibile solo su YouTube, ma è diventato un fenomeno Internet. Martedì 9 gennaio 2007, lo stesso tribunale ha ribaltato la sua precedente decisione, ordinando di togliere i filtri, anche se il filmato era ancora vietato, ma senza supporto tecnico per il suo blocco.

Marocco

Il 25 maggio 2007 la compagnia statale Maroc Telecom ha bloccato tutti gli accessi a YouTube. Non sono state date ragioni per cui YouTube è stato bloccato. Ma le ipotesi sono che potrebbe avere qualcosa a che fare con alcune clip del gruppo pro-separatista Polisario (Polisario è il movimento d'indipendenza del Sahara occidentale) o a causa di alcuni video che criticavano il re Mohammed VI. Questo blocco non ha riguardato gli altri due internet provider privati, Wana e Meditel. YouTube è tornato accessibile il 30 maggio 2007, dopo che Maroc Telecom ha annunciato ufficiosamente che l'accesso negato al sito era solo un "problema tecnico".

Australia

In Australia, alcune scuole, comprese tutte le scuole secondarie di Victoria, hanno bloccato YouTube dall'accesso degli studenti, dopo che sono state pubblicate risse su YouTube.

Cina

Attualmente in Cina, il governo ha bloccato YouTube. Per diversi anni è stato sbloccato, ma dagli ultimi cinque anni è stato bloccato.

Termini di servizio

Secondo i termini di servizio del sito, gli utenti possono caricare video solo se hanno il permesso del titolare del copyright e delle persone nel video. Pornografia, diffamazione, molestie, pubblicità e video che incoraggiano comportamenti criminali non possono essere caricati. L'uploader dà a YouTube il permesso di distribuire e modificare il video caricato per qualsiasi scopo, e non ha più il permesso quando l'uploader cancella il video dal sito. Gli utenti possono vedere i video sul sito ma non sono autorizzati a salvarli sul loro computer.

Localizzazione

Il 19 giugno 2007, il CEO di Google Eric Schmidt era a Parigi per lanciare il nuovo sistema di localizzazione. L'interfaccia del sito web è disponibile con versioni localizzate in 90 paesi, e una versione mondiale.

Paese

Lingua

Sede centrale

Data di lancio

 Stati Uniti (e lancio mondiale)

Inglese

San Bruno

15 febbraio 2005

 Brasile

Portoghese

San Paolo

19 giugno 2007

 Francia

Francese e basco

Parigi

19 giugno 2007

 Irlanda

Inglese

Dublino

19 giugno 2007

 Italia

Italiano

Roma

19 giugno 2007

 Giappone

Giapponese

Tokyo

19 giugno 2007

 Paesi Bassi

Olandese

Amsterdam

19 giugno 2007

 Polonia

Polacco

Varsavia

19 giugno 2007

 Spagna

Spagnolo, galiziano, catalano e basco

Madrid

19 giugno 2007

 Regno Unito

Inglese

Londra

19 giugno 2007

 Messico

Spagnolo

Città del Messico

11 ottobre 2007

 Hong Kong

Cinese e inglese

Hong Kong

17 ottobre 2007

 Taiwan

Cinese

Taipei

18 ottobre 2007

 Australia

Inglese

Sydney

22 ottobre 2007

 Nuova Zelanda

Inglese

Auckland

22 ottobre 2007

 Canada

Inglese e francese

Toronto

6 novembre 2007

 Germania

Tedesco

Berlino

8 novembre 2007

 Russia

Russo

Mosca

13 novembre 2007

 Corea del Sud

Coreano

Seoul

23 gennaio 2008

 India

Hindi, Bengali, Inglese, Gujarati, Kannada, Malayalam, Marathi, Punjabi, Tamil, Telugu e Urdu

Mumbai

7 maggio 2008

 Israele

Ebraico, arabo e inglese

Tel Aviv

16 settembre 2008

 Repubblica Ceca

Ceco

Praga

9 ottobre 2008

 Svezia

Svedese

Stoccolma

22 ottobre 2008

 Sudafrica

Afrikaans, Zulu e inglese

Johannesburg

17 maggio 2010

 Argentina

Spagnolo

Buenos Aires

8 settembre 2010

 Algeria

Arabo e francese

Algeri

9 marzo 2011

 Egitto

Arabo

Cairo

9 marzo 2011

 Jordan

Arabo

Amman

9 marzo 2011

 Marocco

Arabo e francese

Rabat

9 marzo 2011

 Arabia Saudita

Arabo e inglese

Riyadh

9 marzo 2011

 Tunisia

Arabo e francese

Tunisi

9 marzo 2011

 Yemen

Arabo

Sana'a

9 marzo 2011

 Kenya

Swahili e inglese

Nairobi

1 settembre 2011

 Filippine

Filippino e inglese

Quezon City

13 ottobre 2011

 Singapore

Cinese, inglese, malese e tamil

Città di Singapore

20 ottobre 2011

 Belgio

Francese, olandese e tedesco

Anversa

11 novembre 2011

 Colombia

Spagnolo

Bogotà

30 novembre 2011

 Uganda

Inglese e Swahili

Kampala

2 dicembre 2011

 Nigeria

Inglese

Lagos

7 dicembre 2011

 Cile

Spagnolo

Santiago

10 gennaio 2012

 Ungheria

Ungherese

Budapest

12 marzo 2012

 Malesia

Malese e inglese

Kuala Lumpur

22 marzo 2012

 Perù

Spagnolo

Lima

25 marzo 2012

 Emirati Arabi Uniti

Arabo e inglese

Dubai

29 marzo 2012

 Grecia

Greco

Atene

1 maggio 2012

 Indonesia

Indonesiano e inglese

Jakarta

17 maggio 2012

 Ghana

Inglese

Accra

5 giugno 2012

 Senegal

Francese e inglese

Dakar

4 luglio 2012

 Turchia

Turco

Istanbul

1 ottobre 2012

 Ucraina

Ucraino e russo

Kiev

1 dicembre 2012

 Danimarca

Danese

Copenaghen

1 febbraio 2013

 Finlandia

Finlandese

Helsinki

1 febbraio 2013

 Norvegia

Norvegese

Oslo

1 febbraio 2013

  Svizzera

Tedesco, francese e italiano

Zurigo

29 marzo 2013

 Austria

Tedesco

Vienna

29 marzo 2013

 Romania

Rumeno

Bucarest

18 aprile 2013

 Slovacchia

Slovacco

Bratislava

25 aprile 2013

 Portogallo

Portoghese

Lisbona

25 aprile 2013

 Bahrain

Arabo

Manama

16 agosto 2013

 Kuwait

Arabo

Kuwait City

16 agosto 2013

 Oman

Arabo

Muscat

16 agosto 2013

 Qatar

Arabo

Doha

16 agosto 2013

 Bosnia ed Erzegovina

Bosniaco, croato e serbo

Sarajevo

17 marzo 2014

 Bulgaria

Bulgaro

Sofia

17 marzo 2014

 Croazia

Croato

Zagabria

17 marzo 2014

 Estonia

Estone

Tallinn

17 marzo 2014

 Lettonia

Lettone

Riga

17 marzo 2014

 Lituania

Lituano

Vilnius

17 marzo 2014

 Macedonia

Macedone, albanese, serbo e turco

Skopje

17 marzo 2014

 Montenegro

Serbo e Croato

Podgorica

17 marzo 2014

 Serbia

Serbo

Belgrado

17 marzo 2014

 Slovenia

Sloveno

Lubiana

17 marzo 2014

 Thailandia

Thai

Bangkok

1 aprile 2014

 Libano

Arabo e francese

Beirut

1 maggio 2014

 Portorico

Spagnolo e inglese

San Juan

23 agosto 2014

 Vietnam

Vietnamita

Hanoi

1 ottobre 2014

 Libia

Arabo

Tripoli

1 febbraio 2015

 Islanda

Islandese

Reykjavik

2 giugno 2015

 Lussemburgo

Francese e tedesco

Lussemburgo

2 giugno 2015

 Tanzania

Swahili e inglese

Dodoma

2 giugno 2015

 Zimbabwe

Inglese

Harare

2 giugno 2015

 Azerbaijan

Azerbaigian

Baku

12 ottobre 2015

 Bielorussia

Russo

Minsk

12 ottobre 2015

 Georgia

Georgiano

Tbilisi

12 ottobre 2015

 Kazakistan

Kazako

Astana

12 ottobre 2015

   Nepal

Nepali

Kathmandu

12 gennaio 2016

 Pakistan

Urdu e inglese

Karachi

12 gennaio 2016

 Sri Lanka

Sinhala e Tamil

Colombo

12 gennaio 2016

 Iraq

Arabo

Baghdad

?, 2016

 Giamaica

Inglese

Kingston

1 agosto 2016

 Mauritius

Inglese e francese

Porto Louis

12 ottobre 2015

 Malta

Inglese

Valletta

24 giugno 2018

Lingua di prova

L'interfaccia del sito web di YouTube è disponibile in 76 versioni linguistiche tra cui, albanese, amarico, armeno, bengalese, birmano, khmer, kirghiso, laotiano, mongolo, persiano e uzbeko, che hanno versioni di canali locali.


AlegsaOnline.com - 2020 / 2022 - License CC3